Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia accoglie il nuovo parroco con una festa in oratorio. Le foto
Attualità -

Borgosesia accoglie il nuovo parroco con una festa in oratorio. Le foto

«Emozionato per l'incarico che mi attende, felice per un ingresso così caloroso»

Borgosesia accoglie il nuovo parroco con una festa in oratorio. Don Gianluigi Cerutti ha celebrato l’altro pomeriggio la sua prima messa in città. Una celebrazione al campo, alla presenza di centinaia di persone intervenute per dare il saluto al sacerdote chiamato a guidare la comunità parrocchiale subentrando a don Ezio Caretti.

Borgosesia accoglie il nuovo parroco con una festa in oratorio

Scorri per vedere le foto

Originario di Borgomanero, classe 1960, don Gianluigi Cerutti arriva da Novara dove negli ultimi anni ha ricoperto l’incarico di vicario episcopale per il clero e la vita consacrata per la formazione di sacerdoti e diaconi. In precedenza, dopo l’ordinazione sacerdotale, aveva avuto un incarico in Valsesia, a Romagnano, come coadiutore; in seguito è stato per una ventina di anni segretario del vescovo Renato Corti. Ieri si è presentato ai suoi nuovi parrocchiani, evidenziando «l’emozione per l’incarico che lo attende e la felicità per un ingresso così caloroso». Un ingresso nella giornata dedicata alla festa dell’oratorio, «un’occasione per iniziare nel nome dei giovani», dopo essere arrivato in processione con gli altri preti dalla chiesa parrocchiale. In questa sua prima giornata borgosesiana, il sacerdote ha ricevuto doni di benvenuto da parte di diverse realtà parrocchiali, tra cui una stola con puncetto. Anche l’amministrazione comunale ha voluto dare il proprio benvenuto consegnando una targa.

Incarico

Don Cerutti guiderà anche le parrocchie delle frazioni (Aranco, Agnona, Foresto, Isolella, Vanzone, Rozzo, Bettole, Plello), un compito in cui sarà coadiuvato dai sacerdoti già in servizio nella parrocchia, a cui si è aggiunto da ieri il diacono don Daniel Corrias. Don Cerutti assume anche l’incarico di vicario territoriale per tutta la Valsesia, punto di riferimento per gli altri sacerdoti e collegamento tra il territorio e la diocesi di Novara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *