Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Borgosesia medici “a gettone” di notte al pronto soccorso
Attualità Borgosesia e dintorni -

Borgosesia medici “a gettone” di notte al pronto soccorso

La prima sera di lavoro il dottore si è anche presentato al “Sant’Andrea” di Vercelli anziché recarsi al “Santi Pietro e Paolo”.

pronto soccorso

Borgosesia medici “a gettone” nei turni di notte. Il sindaco Tiramani: «È vero che mancano medici, ma il problema è che i “titolari” vengono distribuiti in modo non equo tra Borgosesia e Vercelli».

Borgosesia medici “a gettone”… in ritardo

Il debutto del medico “gettonista” al pronto soccorso di Borgosesia è iniziato con un disguido che ha fatto subito sollevare la polemica. Venerdì sera il medico del servizio esterno affidato dall’Asl Vercelli per coprire i turni notturni invece che recarsi al “Santi Pietro e Paolo” è andato al “Sant’Andrea” di Vercelli. Quando ha capito che la sua era un’altra destinazione si è rimesso in auto e ha raggiunto la Valsesia. Il servizio di Pronto soccorso non è comunque rimasto scoperto: grazie al fatto che il medico che avrebbe dovuto smontare il turno ha proseguito finché non è arrivato il collega.

Tiramani accusa l’Asl

Il disguido ha però subito fatto partire in quarta il sindaco di Borgosesia Paolo Tiramani, che accusa l’Asl: «Il dottore è arrivato con due ore di ritardo.  Bisogna che certe scelte scellerate, frutto di quando il Piemonte era governato dalla sinistra, siano cancellate e che da Vercelli si diano segnali, una volta per tutte, che c’è l’interesse a far funzionare come si deve questo ospedale».
LEGGI ANCHE: Borgosesia nuovi medici al “Pronto”: bando dell’Asl

L’Asl: non è colpa nostra

L’Asl Vercelli ammette il disguido, ma spiega che il problema si è generato all’interno dell’azienda a cui è stato affidato il servizio: «Quanto accaduto è frutto di un equivoco legato a una informazione sbagliata fornita dalla società al medico incaricato di effettuare il turno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente