Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Carnevale Borgosesia: il Peru arriva sul carrello ferroviario | LE FOTO
Attualità Borgosesia e dintorni -

Carnevale Borgosesia: il Peru arriva sul carrello ferroviario | LE FOTO

La maschera e il sindaco, come da tradizione, si sono scambiati i doni.

carnevale borgosesia 2020

Carnevale Borgosesia: il Peru ha fatto il suo ingresso ufficiale in città.

Carnevale Borgosesia al via

Da quando la ferrovia Novara-Varallo ha chiuso i battenti, anche il Peru Magunella ha dovuto trovare un modo alternativo di raggiungere Borgosesia. Così eccolo arrivare in stazione, ma con un carrello ferroviario a mano vista l’assenza del treno, mentre il sindaco l’ha atteso mascherato da “leone da tastiera”. L’incontro tra i due governanti della città ha aperto domenica il carnevale di Borgosesia, nel giorno della busecca. Un’edizione che si concentrerà nel mese di febbraio, con tutti gli appuntamenti classici sino al Mercu Scurot di mercoledì 26.

Fai scorrere le immagini per vedere tutte le fotografie

La festa

I cuochi del comitato hanno acceso i fuochi sotto i pentoloni alle prime luci della mattina per cucinare la busecca, poi distribuita per il 47° anno in migliaia di razioni e al pranzo di apertura in Pro loco. Insieme ai tanti cittadini in attesa, la piazza si è vivacizzata con i colori di tutte le maschere che hanno accompagnato il Peru. Il sovrano del carnevale (per il quarto anno Carlo Minoli) ha fatto il suo ingresso a Borgosesia su un carrello ferroviario, con il seguito delle maschere rionali. Ad attenderlo la Gin (con l’esordio di Martha Anicelli) e le damigelle. E il sindaco Paolo Tiramani, travestito da “leone da tastiera” per ironizzare sui «tanti che criticano sui social senza mai metterci la faccia, evitando il confronto diretto».

I doni del Peru

Con la consegna delle chiavi della città (fotoservizio Vittoria Baragiotta), c’è stato il tradizionale scambio di omaggi tra maschera e primo cittadino. Così, il Peru ha donato al sindaco un raschietto «per aiutare a togliere il ghiaccio dalla pista di pattinaggio» riferendosi al lungo lavoro che si è reso necessario poche settimane fa per liberare la pista, una biografia social con i numerosi selfie scattati da Tiramani, un rosario per dare seguito al pellegrinaggio al santuario di Boca per rilanciare la squadra di basket cittadina, un orologio con cui sostituire quello della piazza spesso fermo o con l’ora sbagliata.

Le nuove maschere

In cambio ha ricevuto un sacco di cemento per sistemare il piazzale davanti ai capannoni dei carri a Rozzo, un manifesto con foto d’epoca e una piantina di Borgosesia per coordinare le feste in modo da evitare doppioni a fine giugno. Presentati anche i nuovi ingressi nel gruppo mascherato che segue Peru e Gin: la nutrice del Peru, la dama di corte e la maga. Poi, pranzo in Pro loco con il consueto tutto esaurito e festa sino a sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente