Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Cinema Gattinara: ecco perché è meglio abbattere
Attualità Gattinara e Vercellese -

Cinema Gattinara: ecco perché è meglio abbattere

Il sindaco risponde alle critiche mosse dalla minoranza riguardo l'iniziativa di project financing

cinema gattinara

Cinema Gattinara il sindaco risponde alle osservazioni della minoranza sul “project financing”.

Cinema Gattinara la risposta di Baglione

Daniele Baglione, sindaco di Gattinara, replica alle critiche mosse dalla minoranza. Il gruppo “Gattinara impegno comune” ha bocciato la nuova iniziativa di “project financing” legata ai parcheggi a pagamento. L’iniziativa è stata presentata dalla Alicia Service srl.

I parcheggi

Aumenteranno gli stalli a pagamento, che saliranno da 117 a 218. Baglione specifica che «è fondamentale per il commercio avere a disposizione più posteggi in piazza Paolotti e in corso Valsesia, dall’incrocio di via Piave, fino all’incrocio con via Ferraris. In questa zona, infatti, serve più turnazione delle auto in sosta. Questi posteggi, di fatto, ora è come non averli perché sempre occupati da persone che lavorano negli uffici della zona, nelle scuole, in municipio. Quindi le auto che sono parcheggiate lì sono le stesse per tutto il giorno. In ogni città si cerca di garantire la turnazione dei posteggi del centro. Inoltre i parchimetri andavano cambiati, quindi sarebbe stata una spesa a carico del Comune. Invece con questo progetto se ne occuperà un privato. Tra le altre cose, gestisce già diversi parcheggi in altre località della zona quindi ha un’esperienza che porterà più possibilità a Gattinara».

Il cinema Italia

A proposito dell’abbattimento del cinema Italia, che dopo alcuni anni passerebbe al Comune, Baglione spiega che «in questo modo si risolverebbe un problema che si protrae da diverse amministrazioni. Si tratta di un edificio abbandonato in pieno centro, che sarebbe costoso sistemare, dato che negli anni nessuno ha deciso di rilevarlo. Un po’ come successo per l’ex villa Pozzi – dice Baglione – il Comune potrà avere a costo zero una superficie in pieno centro, che ora nasce come parcheggi, ma su cui poi potrà farci anche altre cose».

L’area camper

La minoranza ha criticato anche la scelta di realizzare l’area camper in via Fornace. Propone invece la zona tra il palazzetto dello sport e l’istituto geometri, molto più vicina al centro. «Questa zona – dice il sindaco – così come diverse altre aree della città, sono state proposte alla società privata per l’individuazione dell’area camper. Oltre a quella adiacente al palazzetto e a via Fornace, abbiamo segnalato anche l’area dell’ex colonia Bertotto e un’area vicino al polo di Protezione civile, in corso Vercelli. Ma la società ha ritenuto che questa fosse la migliore. Perché si trova in un contesto tranquillo, vicino a dei servizi, come bar e negozi. E’inoltre facilmente raggiungibile dal centro in bicicletta. Che poi è quello che cercano i camperisti. Tra l’altro quest’area sarà illuminata e sottoposta alla videosorveglianza, aumentando la sicurezza di tutta la zona. Quindi anche gli abitanti della zona possono stare tranquilli. Il camperista è un tipo di turista silenzioso e rispettoso della quiete altrui».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente