Seguici su

Attualità

Compagnia Carovana ha trovato una nuova “casa” a Crevacuore

Pubblicato

il

Compagnia Carovana ha trovato una nuova “casa” a Crevacuore. Il polivalente nuova sede della compagnia.

La “Carovana” trova casa a Crevacuore

La compagnia teatrale Carovana di Valdilana ha trovato finalmente casa. Il gruppo, nei giorni scorsi, ha salutato la sua sede di Ponzone, dove alloggiava da una decina di anni, a causa della demolizione dello stabile ora di proprietà della ditta Giletti spa.

«Il Comune di Crevacuore – spiega il direttore artistico Aldo Vellati – ci ha messo a disposizione il salone polivalente per le prove. Ringraziamo il sindaco e l’amministrazione comunale per l’opportunità che ci offre. Un grazie va anche a Paolo Piana della Sinterama di Viebolche, a Valdilana, che invece ci ha offerto degli spazi da utilizzare come magazzino. In questo modo potremo ripartire alla grande con la nostra attività».

Pronti a ripartire con nuovi musical

Paolo Piana è anche presidente del “Premio Biella letteratura e industria” e conosce bene la compagnia teatrale che, per il secondo anno consecutivo, ha collaborato realizzando un mini musical ispirato al libro “Oggi è già domani”. Lo spettacolo verrà diffuso a livello mondiale dalla fondazione Dante Alighieri, promotrice della diffusione della lingua italiana nel mondo.

LEGGI ANCHE: Domani a Quarona la Carovana inaugura la stagione teatrale

Attivi dal 1990

La compagnia Carovana è nata nel 1990 con lo scopo di intraprendere un percorso nel mondo del musical diventando un punto di riferimento per giovani artisti. La sua attività ha permesso di ottenere riconoscimenti in varie località dell’Italia settentrionale e di partecipare a stagioni teatrali e manifestazioni in piazza.

Attualmente l’associazione culturale ha nel suo organico due compagnie teatrali composte da attori, ballerini, cantanti, musicisti e tecnici: il gruppo storico Carovana e la compagnia “La Bohème”.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *