Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Cravagliana pescatore si ritrova faccia a faccia con due lupi
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Cravagliana pescatore si ritrova faccia a faccia con due lupi

«Non mi sono sentito in pericolo. Ho vissuto una esperienza molto particolare e intensa».

lupo in valsesia

Cravagliana pescatore incontra da vicino dei lupi: «Non ho avuto paura, è stato emozionante».

Cravagliana pescatore incontra il lupo

Insolito incontro tra l’uomo e la natura: un pescatore si è trovato a poca distanza da alcuni lupi. «Non ho avuto paura, ci siamo scrutati per pochi istanti». Andrea Alborghetti di Cravagliana ha voluto raccontare la sua avventura anche sui social. «Erano le 6 del mattino ed ero andato a pescare – racconta l’uomo contattato da Notizia Oggi -. Alla seconda trota, mentre stavo sistemando l’esca e il piombo dall’altra parte del torrente, a circa 20 metri, ho alzato lo sguardo e ho visto due lupi che mi guardavano. Ci siamo fissati per un attimo, poi si sono diretti verso il bosco».

Un terzo avvistamento

Alborghetti non ha fatto neppure in tempo a rendersi conto di quello che stava succedendo, ed ecco arrivare di nuovo un lupo, non si sa se si trattava di un terzo esemplare o uno dei due già visti: «Dopo dieci secondi sono quindi usciti dal bosco due caprioli di corsa che si sono diretti sempre nella boscaglia. Poi è calato il silenzio e pensavo fosse finita lì. Invece sempre dal bosco esce un capriolo inseguito dal lupo: l’animale corre veloce verso di me per poi scappare, mentre il lupo si ferma dall’altra parte del ponte. Mi fissa ancora una volta e poi va dalla parte opposta».

I caprioli

Nessuna paura per Alborghetti: «Francamente non mi sono sentito mai in pericolo. Ho vissuto una esperienza molto particolare e intensa, vedere un lupo a una ventina di metri non è una cosa che capita tutti i giorni. Non sono riuscito a fare un video, quando ho tirato fuori il cellulare ormai l’animale si era allontanato ed era troppo lontano».
Insomma, le testimonianze della presenza del lupo in Valsesia continuano: «Per quello che mi riguarda – riprende Alborghetti -, i due lupi stavano cacciando i caprioli: una selezione naturale spinta dall’istinto di sopravvivenza. E mi sento di spezzare una lancia a favore dei lupi, se cacciano le loro prede naturali come i caprioli di certo poi non vanno a dare fastidio alle greggi».

Immagine di repertorio

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente