Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Crevacuore progetta il condominio solidale degli anziani
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Crevacuore progetta il condominio solidale degli anziani

Il Comune vuole sfruttare il lascito di Angeline Bora Sersphine, una donna deceduta in Francia lo scorso giugno.

Crevacuore progetta il condominio con tutti i servizi dove persone sole o coppie possano vivere in parziale coabitazione.

Crevacuore progetta il condominio solidale

Il consiglio comunale di Crevacuore ha deciso di accettare il lascito di Angeline Bora Sersphine, una donna deceduta in Francia nel mese di giugno 2019. Si tratta di una persona originaria del paese e poi trasferita oltralpe: alla sua morte, la signora ha deciso di lasciare la sua casa di Crevacuore alla casa di riposo, destinandola a progetti per gli anziani. Questo è l’unico vincolo che ha lasciato. E l’amministrazione comunale ha deciso subito di imbastire il progetto.
LEGGI ANCHE: Imprenditore Pray dona 400mila euro al Comune

Incontro con Anteo

L’amministrazione di Crevacuore ha così preso i contatti con la cooperativa Anteo per lanciare il progetto di co-housing per anziani. «In attesa di ultimare le pratiche per far inserire l’immobile nel patrimonio comunale – spiega il sindaco Ermanno Raffo – abbiamo iniziato a coinvolgere anche la cooperativa Anteo che già gestisce la casa per anziani a Crevacuore. Ci piacerebbe poter avviare in tempi rapidi il progetto». Probabilmente la soluzione per finanziare il progetto potrebbe essere quello del project-financing coinvolgendo appunto un soggetto privato.

Co-housing

Il Comune vorrebbe lanciare un progetto di co-housing per anziani autosufficienti, da portare avanti magari con chi già gestisce la casa di riposo o comunque con un ente specializzato. L’obiettivo è allestire una serie di alloggi con cucina e stanze dove anziani soli o coppie di anziani possano vivere in parziale coabitazione, con tutti i servizi del caso. Ormai bisogna pensare che l’età media è sempre più alta: le co-housing sono una formula utile a chi è ancora autosufficiente ma ha bisogno di vivere in un contesto protetto e con alcuni servizi a portata di mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *