Seguici su

Attualità

Foreste cresciute a lato strada? Borgosesia stacca ben 33 verbali

Pubblicato

il

Foreste cresciute a lato strada? Borgosesia stacca ben 33 verbali.  Già in passato il Comune aveva elevato decine di sanzioni, eppure la situazione generale non è migliorata.

 Foreste cresciute a lato strada? Borgosesia stacca ben 33 verbali

E il problema è riaffiorato in occasione dell’alluvione di ottobre e della copiosa nevicata di dicembre: «Abbiamo avuto diversi problemi sulle strade delle frazioni – ricorda l’assessore Fabrizio Bonaccio, delegato alla viabilità -. Molte sono rimaste bloccate proprio per la caduta di alberi. E’ accaduto lungo la strada dell’anello alto, a Valbusaga, a Foresto. Ci sono talvolta volute ore per ripristinare la circolazione. E’ la responsabilità è legata all’incuria con cui sono tenuti alcuni terreni».

Ordinanza

L’ordinanza comunale richiede che i proprietari dei terreni debbano tagliare piante e rami che, in caso di caduta, possono finire sulla strada e intralciare la circolazione o comunque costituire pericolo. «Ci vuole responsabilità – osserva l’assessore -. Non sono in molti ad aver osservato le prescrizioni, e le conseguenze ricadono sulla collettività. E’ un problema di sicurezza che va affrontato seriamente, e abbiamo quindi deciso di elevare le sanzioni».

Multe

Sono trentatre i primi verbali notificati, dell’importo di 182 euro, sia per proprietari i cui alberi sono finiti sull’asfalto provocando la chiusura della strada che per coloro che non hanno proceduto al taglio. Questi ultimi dovranno anche far eseguire il taglio: «E non è certo per fare cassa: cinquemila euro in più o in meno, non cambia nulla per le casse comunali – specifica Bonaccio -. Lo scopo è che tutti prendano coscienza del problema e provvedano autonomamente al taglio di piante e vegetazione. E’ importante per la sicurezza della viabilità. Nei prossimi giorni si aggiungeranno altri verbali che la polizia municipale invierà ai proprietari inadempienti».

Dispositivo satellitare

Gli agenti della polizia locale avranno presto un altro strumento per individuare nell’immediato chi non rispetta l’ordinanza: «Saranno dotati di un dispositivo con un sistema satellitare tramite il quale si potrà verificare in tempo reale le particelle catastali e individuare chi sia il proprietario – anticipa l’assessore -. La sanzione potrà essere elevata subito, senza dover fare seguire ricerche negli uffici municipali».

2 Commenti

2 Comments

  1. paolo

    17 Marzo 2021 at 16:57

    CIAONEEEEEE

    • Fabrizio

      17 Marzo 2021 at 20:41

      Bene Assessore!!e’ ora di sanzionare chi non da importanza al territorio e non rispetta l’incolumita’ delle persone.Sarebbe bene che altre Amministrazioni locali cominciassero a sanzionare invece di fare finta di niente

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *