Attualità Gattinara e Vercellese -

Gattinara cancella i parcheggi a pagamento: ma tolleranza zero per chi sgarra

«Abbiamo deciso di abolire le strisce blu per favorire chi si ferma a comprare nei negozi della città».

Gattinara cancella i parcheggi a pagamento per favorire il commercio locale.

Gattinara cancella le strisce blu

Gattinara toglie le strisce blu e punta su disco orario o parcheggio libero. Il Comune di Gattinara e l’azienda Alica Service S.r.l. di Gattinara hanno risolto consensualmente il contratto avviato a ottobre 2018, che prevedeva tra l’altro la riqualificazione e la gestione delle aree di sosta. Una decisione dettata dal cambio di prospettive sia da parte del Comune che della società gattinarese. Il mutamento di programmi è stato dettato sostanzialmente dalla pandemia, che non ha permesso di proseguire il rapporto tra le due realtà così com’era indicato sul contratto.

Il commercio

«I due anni di Covid hanno portato a mettere in discussione alcuni progetti del passato – afferma il vicesindaco Daniele Baglione – In particolare, come Comune abbiamo deciso di venire incontro ai cittadini e ai negozianti, ripensando al sistema dei parcheggi del centro storico, dove abbiamo deciso di abolire le strisce blu per favorire chi si ferma a comprare nei negozi della città. Durante la pandemia avevamo già sostituito la sosta a pagamento con il disco orario della durata di tre ore, evitando di elevare contravvenzioni, consapevoli dell’importanza che anche gli spiccioli hanno nei bilanci familiari odierni, così come del disagio che le disposizioni per la sicurezza sanitaria comportavano: code fuori dai negozi e tempi di acquisto dilatati dal fatto di dover entrare uno alla volta».

Posteggi corretti

A Gattinara, dunque, non si troveranno più parcheggi con le strisce blu, ma l’amministratore assicura che ci saranno molti più controlli delle auto in sosta, perché l’obiettivo è di avere una città più a misura di cittadino anche sotto questo aspetto. «Per garantire un corretto scambio di vetture nei posti auto, soprattutto in centro, anche in accordo con i commercianti, sostituiremo il pagamento a tempo con l’istituzione del disco orario della durata di due ore, mentre alle estremità dei quattro corsi principali e nelle vie laterali il parcheggio sarà libero – spiega il vicesindaco – Ma interverremo anche su un altro fronte: le soste fuori dalle strisce e sui passi carrai sarà un’abitudine non più accettabile, perché disturba il regolare passaggio dei proprietari delle abitazioni».

I controlli

Con il raggiungimento, a breve del pieno regime nell’organico degli agenti di Polizia locale, l’amministrazione di Gattinara non intende più tollerare situazioni come quelle che si verificano attualmente: «Ci impegneremo nel garantire più ordine ,sia lungo le strade del centro storico, che nelle altre vie e a San Bernardo. I posteggi non mancano, basta solo rispettare semplici regole del vivere civile per utilizzarli al meglio. I vigili sono già stati informati e da settembre faranno rispettare questo intendimento, multando dove serve, senza indugi. Intendiamo rimuovere anche tutti i dissuasori posti a tutela delle uscite dai cancelli, perché creano disordine e disarmonia».
I mancati introiti dei parcheggi a pagamento saranno ripianati dall’utilizzo dei rilevatori delle targhe posti sulle vie d’ingresso della città, grazie ai quali vengono scovate e sanzionate le vetture prive di assicurazione o con la revisione scaduta.

Un Commento

  • Giovanni ha detto:

    La risoluzione del contratto è stata consensuale, comunque è costata circa 53mila € al Comune, cioè ai contribuenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *