Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Grignasco non rinuncia al carnevale: si parte il 17 gennaio
Attualità Serravalle e Grignasco -

Grignasco non rinuncia al carnevale: si parte il 17 gennaio

Il Comitato al lavoro per organizzare gli eventi in modo sicuro.

Grignasco non rinuncia

Grignasco non rinuncia al carnevale: al vaglio un programma a prova di emergenza.

Grignasco non rinuncia al carnevale

Un carnevale diverso, ma comunque pronto ad allietare le giornate dei cittadini: a Grignasco il sodalizio guidato da Stefano Sagliaschi ha pensato a nuove soluzioni per portare avanti comunque la tradizione. «Con la situazione difficile che stiamo vivendo è impensabile un programma di iniziative come eravamo abituati a portare avanti – sottolinea il presidente del Comitato – e così si è studiato qualcosa che possa andare di pari passo con le norme atte alla tutela della salute pubblica, e che comunque ci permettono di non abbandonare la nostra consueta manifestazione».

LEGGI ANCHE: Carnevale Grignasco trova una “nuova” vigna santa: prima vendemmia | LE FOTO

Le date

L’apertura della kermesse più divertente dell’anno non sarà come al solito il 6 gennaio in concomitanza con l’Epifania. «Nel rispetto delle normative dettate dalle autorità competenti, l’apertura sarà domenica 17 gennaio – prosegue il portavoce del sodalizio –. Stiamo ancora valutando come organizzarci. Posso dire che ci sarà la consegna delle chiavi, che sarà comunque sobria. Ci saranno le due maschere e il primo cittadino. Non sappiamo però ancora quale sarà l’ambientazione. Ovviamente il pubblico non potrà partecipare, tutti avranno la possibilità di seguire l’iniziativa attraverso una diretta in onda sui canali social. E faremo anche la consegna a domicilio e in presenza della trippa fuori dalla nostra Truna».
E non mancherà la Giubiacia, in una versione rivisitata. «Questa giornata cadrà giovedì 11 febbraio – prosegue Sagliaschi –. In occasione di questo appuntamento non ci saranno balli o feste per evitare ogni forma di aggregazione. Faremo solo la distribuzione e l’asporto della fagiolata, sempre fuori dalla nostra sede».

Prenotarsi

Per consentire al Comitato un’organizzazione precisa, chi vorrà gustare le specialità piemontesi dovrà contattare i referenti del gruppo. «Ci preme sottolineare che sarà fondamentale la prenotazione, in questo modo sapremo con esattezza le quantità necessarie da impiegare per la preparazione – prosegue il presidente – Desidero inoltre aggiungere che quest’anno abbiamo pensato di portare trippa e fagiolata anche ai ristoranti locali in maniera tale che chi vorrà la potrà mettere a disposizione della clientela».
Il Carnevale 2021 si preannuncia diverso rispetto ai precedenti. «Ci sono tante novità e non possiamo dire che non sarà una manifestazione classica – conclude il grignaschese -. Il legame che noi abbiamo con il carnevale è tanto forte che ci siamo subito mobilitati per trovare delle soluzioni alternative utili per non abbandonare la tradizione. Nei prossimi giorni comunque offriremo maggiori dettagli sugli eventi, in maniera tale che tutta la comunità possa partecipare con noi a questa kermesse».

In foto, i festeggiamenti dello scorso anno

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *