Attualità Serravalle e Grignasco -

Grignasco quasi pronta la nuova casa di riposo: si apre a giugno

Quando entrerà a pieno regime l’attività, la nuova residenza soppianterà a tutti gli effetti la “82ª Brigata Osella” che chiuderà i battenti. 

Grignasco quasi pronta la nuova casa di riposo: gli ospiti dovrebbero traslocare già a giugno.

Grignasco quasi pronta la casa di riposo

La nuova casa di riposo di Grignasco attende già per giugno il trasferimento degli anziani in struttura.
I lavori continuano a spron battuto e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Chi infatti transita nella zona avrà certamente notato l’avanzamento del cantiere e la struttura che davvero sta prendendo forma. E pare che la conclusione dei lavori sia pressochè agli sgoccioli. «La previsione è di ultimare le opere per maggio – spiega il tecnico comunale Milver Faccini – e trasferire gli anziani al massimo per il mese di giugno». La sensazione è dunque più che positiva. I primi riscontri dei lavori portati avanti sino ad ora, sono considerati più che soddisfacenti e la comunità ormai fa il conto alla rovescia per il taglio del nastro della nuova realtà assistenziale.

I lavori

«Da come sono adesso i lavori direi, che tempo permettendo, – prosegue Faccini – gli addetti riescano ad ultimare anche le opere esterne prima del tempo». E anche gli interni stanno pian piano assumendo un aspetto accogliente e a misura di anziano. Gli operatori specializzati hanno infatti iniziato ad occuparsi dell’impiantistica ma anche degli infissi e delle pavimentazioni. Insomma, un progetto che si sta concretizzando e a breve da sogno diverrà una realtà importante per Grignasco.

La nuova struttura

L’edificio potrà accogliere in spazi ampi e completamente a norma gli ospiti e di fatto alle casse comunali non è costato nulla. La nuova residenza, che è stata pensata per accogliere una settantina di posti letto, è stata creata attraverso il “Project financing”, una modalità particolare tramite la quale la società Nuova Assistenza, in accordo con il Comune e con il Consorzio Casa di Gattinara, costruisce la struttura in cambio di una gestione di lunga durata, ovvero quarant’anni. Dalle casse comunali quindi non sono usciti fondi per la costruzione dell’immobile. Nel contempo il paese nei prossimi mesi potrà contare su un nuovo servizio e una casa di riposo con tutti i confort di ultima generazione. Quando entrerà a pieno regime l’attività, la nuova residenza soppianterà a tutti gli effetti la “82ª Brigata Osella” che chiuderà i battenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *