Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Il vino unisce Gattinara con il Bhutan
Attualità Gattinara e Vercellese -

Il vino unisce Gattinara con il Bhutan

Il sindaco Baglione ha raggiunto in videochiamata l'imprenditore californiano che nel remoto paese asiatico ha piantato il primo vigneto scommettendo sulla qualità.

Il vino unisce Gattinara con il Bhutan, piccolo stato alle pendici dell’Himalaya.

Il vino unisce Gattinara con il Bhutan

La città del vino guarda al Buthan. L’anello di congiunzione tra Gattinara e il piccolo stato alle pendici dell’Himalaya, tra la regione autonoma cinese del Tibet e l’India, potrebbe essere Michael Juergens, imprenditore californiano 50enne che, in un articolo de Il Sole 24 Ore, ha raccontato di essere diventato un appassionato di vini da ragazzo, per caso, quando in garage il padre gli fece assaggiare un sorso di Gattinara da un bicchiere di plastica.

Arrivato in Asia grazie a un’altra passione

Il vino rosso nobile, rotondo e pieno prodotto esclusivamente nel territorio delle colline gattinaresi, gli cambiò la vita. L’anno era il 1975. Oggi Juergens ha realizzato il suo sogno in Buthan, dove è approdato qualche anno fa per via dell’altra sua grande passione: la corsa.

Nasce la sua azienda agricola

E dunque lì, tra le colline di quel piccolo paese del Sud dell’Asia, Juergens corre la sua maratona scoprendo quello che cerca: il luogo ideale dove creare la sua azienda agricola per produrre vino, in questa terra lontana e vergine, dove il vino non esiste.

85 etteri di vigneto

Con l’approvazione dell’attuale governo che ha concesso in affitto a costi risibili i terreni per piantare i vigneti, Juergens ha finora piantato 85 ettari di vigneto e dato lavoro a un centinaio di persone, ma l’obiettivo è di arrivare a oltre 800 ettari di barbatelle da vino in otto anni.

La videochiamata con il sindaco

«È un personaggio incredibile – commenta il sindaco di Gattinara Daniele Baglione -. Ho letto la sua storia e mi sono subito attivato per mettermi in contatto con lui: attraverso una videochiamata, l’altro giorno, ci siamo conosciuti e ho scoperto che quattro anni fa è stato a Gattinara, ma purtroppo nessuno lo sapeva. Quindi l’ho invitato a tornare non appena l’emergenza Covid passerà».

Invitato in città

L’invito a visitare Gattinara, le sue colline, i vigneti, le cantine, va oltre. «Al momento ho invitato Michael Juergens nella nostra città, ma chissà dove ci porterà questa nuova avventura – aggiunge Baglione -. Una collaborazione con il paese asiatico a livello vitivinicolo sarebbe un bel risultato».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *