Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Kimberly-Clark Romagnano: nell’emergenza virus boom della produzione
Attualità Novarese -

Kimberly-Clark Romagnano: nell’emergenza virus boom della produzione

L'azienda ha proseguito con la produzione, adottando le pratiche necessarie per la sicurezza. Previsto anche un bonus per i dipendenti.

Kimberly-Clark Romagnano

Kimberly-Clark Romagnano: l’azienda ha proseguito la produzione adottando le precauzioni del caso. Ai lavoratori dei bonus.

Kimberly-Clark Romagnano, la produzione

C’è anche la Kimberly-Clark di Romagnano, industria dei fazzoletti di carta e Scottex, fra le aziende che durante la pandemia non si sono fermate. Non solo si lavora a pieno ritmo, tanto da aver aumentato gli ordini del 30%, ma l’azienda si è anche confermata pilota nelle misure di sicurezza per contrastare l’epidemia di Coronavirus. Nello stabilimento di via Novara sin dal 24 febbraio sono stati fatti incontri tra i rappresentanti dell’azienda, del sindacato e anche medici per arrivare a un protocollo diventato un modello anche per altre aziende. Uno dei punti di forza del documento è la pulizia: è stata effettuata una disinfezione tipo sala operatoria dello stabilimento, fino a raggiungere il punto zero di batteri.

Igienizzazioni

Ogni sabato, poi, si procede a un’ulteriore igienizzazione divisa per aree e a una sanificazione a ogni cambio turno. Inoltre è stata fatta una pulizia straordinaria di altri locali che non vengono usati abitualmente. Con ambienti praticamente sterili, sono stati messi in atto una serie di accorgimenti per tutelare i 300 dipendenti rimasti a svolgere a ciclo continuo un lavoro considerato indispensabile. La produzione di fazzoletti, carta igienica e carta casa, infatti, in questo periodo ha subito un incremento che si aggira intorno al 30 per cento. Anche gli stagionali, chiamati nel periodo invernale, sono rimasti sulle linee. E l’azienda ha voluto dare un riconoscimento concreto ai dipendenti assegnando un premio a chi è stato in prima linea; si parla di qualcosa come 900 euro per lavoratore.

La visita del sindaco

Una realtà industriale, quella Kimberly Clark, che merita di essere valorizzata dal Comune. «E’ uno dei fiori all’occhiello del paese», commenta il sindaco Alessandro Carini, che nei giorni scorsi ha fatto visita all’azienda e che prossimamente visiterà anche altre realtà industriali. «In questi mesi di chiusure obbligate – dice – ci sono aziende che non hanno potuto fermare l’attività e hanno messo in atto, fin da subito, una serie di misure che hanno garantito la tutela dei propri dipendenti. Una di queste aziende è la nostra Kimberly-Clark che ha avuto, su stampa nazionale, i meritati riconoscimenti. Nei giorni scorsi abbiamo visitato lo stabilimento e incontrato il direttore e i dirigenti esprimendo gratitudine per impegno profuso fin da subito investendo con professionalità e dedizione nella sicurezza e per il sostegno dimostrato nel rapporto con il territorio. Siamo contenti e orgogliosi di avere a Romagnano un’azienda come questa, come tante altre, che sono esempi da seguire. Questo dimostra che possiamo ripartire e guardare, con un po’ di speranza, il futuro. Anche in un contesto come quello che stiamo vivendo, dobbiamo saper riconoscere l’impegno di tanti imprenditori che credono nel nostro territorio, in quello che fanno e nell’attenzione che mettono nel rapporto con i dipendenti. Un grazie va anche detto ai dipendenti che mettono cuore e professionalità in quello che fanno. Romagnano è anche questo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente