Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Liceo Borgosesia prende forma la nuova ala: ecco come sarà
Attualità Borgosesia e dintorni -

Liceo Borgosesia prende forma la nuova ala: ecco come sarà

Per la fine dell'anno scolastico dovrebbe essere garantita la piena capienza.

Liceo Borgosesia

Liceo Borgosesia: proseguono i lavori per la nuova ala, che permetterà agli studenti di evitare gli spostamenti “fuori sede”.

Liceo Borgosesia, lavori in corso

Lavori finalmente in corso, dopo una lunga epopea, al liceo “Gaudenzio Ferrari” di Borgosesia. Il cantiere per la realizzazione della nuova ala (per quattro aule-laboratorio) è stato avviato a fine maggio, con l’obiettivo di concludersi nella primavera 2021 in modo che il prossimo anno scolastico possa essere quello decisivo per il rientro a una normalità che manca ormai da quasi dieci anni per studenti e personale dell’istituto scolastico di viale Varallo. Studenti che, come noto, per anni hanno dovuto spostarsi in aule lasciate libere all’istituto tecnico di Agnona e che quest’anno, per rispettare le norme anti-contagio, dovranno utilizzare sei locali all’interno dell’oratorio parrocchiale cittadino.

Liceo Borgosesia

Gli interventi

I lavori (che sono ripresi dal punto in cui vennero abbandonati dall’impresa nel 2012) sono proseguiti soprattutto all’interno della nuova costruzione, per l’impiantistica. Una volta posati i serramenti, si proseguirà all’esterno per ultimare l’ala, che verrà collegata al corpo principale con un collegamento coperto. «L’opera procede nel rispetto delle tempistiche preventivate – evidenzia il presidente della Provincia, Eraldo Botta -. La rete di collaborazione che vede protagonisti il Comune di Borgosesia e la Provincia sta portando i frutti sperati e l’idea di poter ultimare i lavori entro la fine dell’anno si sta concretizzando con il passare delle settimane, anche grazie ai nostri tecnici e alla ditta appaltatrice che ha continuato le opere in cantiere durante il mese di agosto».
L’importo dell’opera è di 700mila euro.

Le novità

Sulla funzionalità dei lavori al “Ferrari” si sofferma il consigliere provinciale Gian Mario Morello delegato all’edilizia scolastica: «Sono praticamente ultimate le utenze interne alla nuova struttura e il riscaldamento a pavimento. Posizionati i serramenti si procederà poi con le opere esterne. Ci tengo a sottolineare come questo edificio sarà ad impatto zero sull’ambiente, dotato di tecnologie rinnovabili sia per la fornitura di riscaldamento e acqua calda mediante pannelli solari sul tetto, sia per l’isolamento termico della struttura stessa, con dispersioni energetiche minime, prestando un occhio di riguardo sull’ambiente». Il primo progetto della nuova ala venne presentato nel 2009 per risolvere i problemi di capienza del liceo di fronte all’incremento delle iscrizioni. Dal blocco del cantiere, nel 2012, gli studenti sono costretti a recarsi giornalmente nelle aule libere dell’Itis di Agnona. La piena capienza del liceo dovrebbe a questo punto essere garantita per la fine dell’anno scolastico che proprio oggi apre le porte.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *