Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Oratorio Borgosesia ospita sei classi e “salva” il liceo scientifico
Attualità Borgosesia e dintorni -

Oratorio Borgosesia ospita sei classi e “salva” il liceo scientifico

Con l'obbligo del distanziamento sociale, gli spazi dell'istituto non sarebbero stati sufficienti ad accogliere tutti gli studenti.

Oratorio Borgosesia

Oratorio Borgosesia mette a disposizione delle stanze: così è garantito il ritorno alle lezioni in presenza al liceo scientifico.

Oratorio Borgosesia, le aule

L’oratorio di Borgosesia apre le porte agli studenti del liceo scientifico cittadino: potranno tornare a scuola in presenza grazie a sei aule all’oratorio cittadino, messe a disposizione dalla parrocchia. Si risolve così il più grave problema di spazi che assillava gli amministratori della Provincia di Vercelli, ente responsabile degli edifici che ospitano le scuole superiori. Già allo stretto di suo (da anni gli studenti sono costretti ad andare a turno a far lezioni all’Itis Lirelli di Agnona), il liceo Ferrari rischiava di lasciare fuori decine di studenti perché con le norme previste per far fronte all’emergenza Covid non ci si stava proprio più. E un altro problema, ma di dimensioni minori, era sorto anche per l’istituto geometri di Gattinara. Alla fine, mentre mancano meno di venti giorni all’inizio delle lezioni, la situazione è stata risolta, anche se con qualche artificio.

I lavori

Grazie a un accordo tra Provincia, amministrazione comunale e parrocchia di Borgosesia, si ricaveranno sei aule nell’oratorio cittadino: e sarà lì che saranno ospitate le classi del liceo che non ci stanno. Intanto però stanno proseguendo i lavori per la realizzazione della nuova ala, il che renderà disponibili nuovi spazi nel complesso dello stesso istituto.
«Gli spazi all’oratorio – spiega Eraldo Botta, presidente della Provincia – permetteranno anche di evitare a gruppi di ragazzi di dover “emigrare” all’Itis Lirelli, come accadeva negli scorsi. Adesso aspettiamo la conclusione dei lavori per la nuova ala: ci auguriamo tutti che con questi nuovi spazi tutti gli studenti possano trovare posto nel loro istituto. Ci spiace che per ora si debbano usare anche locali esterni, ma siamo sulla strada buona per risolvere la questione definitamente».

Le altre scuole

Risolto anche il problema del geometri di Gattinara, la Provincia può annunciare che «le scuole secondarie di secondo grado riapriranno in presenza garantendo gli stessi orari di apertura e chiusura adottati negli anni passati». «In queste settimane – aggiunge Botta – gli uffici hanno svolto un compito cruciale di coordinamento, comunicazione e iniziativa insieme ai dirigenti scolastici e sono stati organizzati diversi incontri con lo scopo di preparare gli istituti alla ripartenza il 14 settembre. La Provincia, oltre a fornire le informazioni giunte dai tavoli regionali e nazionali, ha seguito le attività logistiche dei vari istituti e ha trovato le opportune soluzioni esterne quando non era possibile fare altrimenti». «Abbiamo risolto le ultime due situazioni ancora aperte – racconta il consigliere con delega all’edilizia scolastica Gian Mario Morello – cioè quelle del liceo scientifico di Borgosesia e dell’alberghiero di Gattinara, dove, come peraltro in altre situazioni, è stato necessario individuare locali presso altre strutture vista l’impossibilità a garantire spazi adeguati internamente».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *