Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Lozzolo torna la normalità in casa di riposo dopo la paura Coronavirus
Attualità Gattinara e Vercellese -

Lozzolo torna la normalità in casa di riposo dopo la paura Coronavirus

Anche a Roasio, colpito piuttosto duramente, l'emergenza Covid19 appare in fase di rientro.

coronavirus in provincia

Lozzolo torna la tranquillità in casa di riposo dopo avere affrontato la fase più acuta dell’emergenza.

Lozzolo torna alla normalità

Stanno meglio gli ospiti della casa di riposo di Lozzolo. L’emergenza Coronavirus sta rientrando rispetto ai primi di maggio, quando la struttura aveva fatto segnare numerosi casi positivi. In miglioramento anche la situazione a Roasio dove sono rimaste tre persone positive di cui due ricoverate in ospedale e una ospite invece in una Rsa di un paese limitrofo.  A Rovasenda invece situazione di emergenza ormai completamente passata. «Sul fronte dei positivi, si continua registrare positivi zero – spiega il sindaco Roberto Sella – salvo tre casi nella residenza per anziani».

I tamponi

Nella casa di riposo di Lozzolo erano stati eseguiti anche i tamponi, a inizio maggio erano stati riscontrati sei casi positivi rispetto ai 14 iniziali. La struttura per anziani aveva attuato un protocollo molto rigido, analogo a quello di altre case di riposo simili in valle, limitando il contatto con l’esterno e interrompendo le visite da parte dei parenti dei ricoverati. Le procedure si sono fatte ancora più restrittive vista la situazione. Il personale, dotato di adeguati dispositivi di protezione, nel pieno rispetto delle regole, continua a prendersi cura degli ospiti della struttura.
«In questo fine settimana di riapertura per la fase2 – spiega ancora Sella – Lozzolo ha riposto bene. Si raccomanda di seguire le regole per tutelare al meglio la sicurezza delle persone che ci stanno attorno».

A Roasio

Migliora anche la situazione dei contagi a Roasio, un paese che è stato toccato in modo duro dal Covid-19, purtroppo anche con alcuni decessi. «La nostra situazione – spiega il primo cittadino Gianmario Taraboletti – dall’inizio dell’emergenza è di dodici persone positive, di cui cinque decedute, attualmente una ancora domiciliata in una Rsa di un Comune limitrofo, due ricoverate all’ospedale di Ponderano e quattro persone ancora in isolamento domiciliare e seguite dall’Asl». A Rovasenda l’ultimo bollettino parla invece di un solo caso positivo che ha terminato anche la quarantena. L’amministrazione comunale ha continuato a consegnare ancora nei giorni scorsi le mascherine arrivate dalla Regione.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *