Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Maggiora cerca idee per abbellire corso Roma
Attualità Novarese -

Maggiora cerca idee per abbellire corso Roma

«Negli anni '60, corso Roma era un bellissimo viale alberato. Ora vorremmo cambiare l'aspetto della via, ma per decidere come procedere vorremmo coinvolgere la gente».

Maggiora cerca

Maggiora cerca idee per rinnovare corso Roma, una delle principali vie di accesso al centro.

Maggiora cerca idee

È una delle strade principali del paese, ben visibile per chi arriva a Maggiora: è corso Roma. La si imbocca dalla rotatoria dove inizia la discesa verso Borgomanero e al fondo di essa, ben visibile, vi è la chiesa di Sant’Antonio. Un bel biglietto da visita, che l’amministrazione comunale vorrebbe valorizzare e, per farlo, chiede anche l’aiuto dei cittadini, che sono invitati a esprimere le proprie idee sull’abbellimento della strada.

In passato

«Negli anni ’60, corso Roma era un bellissimo viale alberato – spiega il sindaco Roberto Balzano – ma col tempo le piante erano cresciute al punto di diventare un pericolo per la circolazione e le abitazioni. In seguito, per la necessità di allargare la sede stradale, tali alberi sono stati tagliati e, al loro posto, sono state interrate piante più piccole, che però hanno sempre avuto difficoltà a crescere. Ora vorremmo cambiare l’aspetto della via, ma per decidere come procedere vorremmo coinvolgere la gente». Perciò, il primo cittadino ha fatto sapere, anche attraverso i social, di essere ben disposto ad accogliere qualche buon suggerimento.

Gli abitanti

«Vorrei avere la conferma che i maggioresi si interessano al bene pubblico – conferma Balzano – Ovviamente bisognerà poi verificare la fattibilità degli eventuali progetti, ma questo è un modo per coinvolgere anche gli abitanti. Vorremmo anche accedere ai finanziamenti del bando pubblico “Creative lab”, che si propone di riqualificare gli spazi urbani e che, col permesso dei proprietari, ci permetterebbe di vivacizzare anche le vetrine dei negozi ormai chiusi da tempo». L’appello lanciato su Facebook ha già avuto qualche riscontro: «Sono venute alcune persone a presentare proposte. Vi sono alcuni vincoli che non possono essere ignorati, ma valuteremo di volta in volta. Il messaggio è che l’amministrazione esegue i progetti, ma la gente può partecipare, ad esempio, anche al mantenimento del bene pubblico. Magari qualcuno farebbe volentieri qualcosa per il proprio paese».

Un Commento

  • Speranza Del Bello ha detto:

    Qualche tempo fa (pre-covid), suggerii al mio comune (non Maggiora) che sarebbe stato gradevole installare delle gigantografie riproducenti immagini o cartoline d’epoca di luoghi del paese (magari lungo una via, per far conoscere come la medesima si presentava… in bianco e nero ). Anche per non dimenticare la memoria storica.

    Nel frattempo, spererei in tali sviluppi anche dove abito…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *