Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Maggiora morto Franco Zanetta fondatore del Palio delle botti
Attualità Novarese -

Maggiora morto Franco Zanetta fondatore del Palio delle botti

E' stato impegnato in diverse realtà associative del paese.

maggiora morto

Maggiora morto il fondatore del Palio delle botti: Franco Zanetta aveva 85 anni.

Maggiora morto Franco Zanetta

Maggiora ha dovuto dire addio a uno dei volti storici del Palio delle botti. E’ mancato nei giorni scorsi, dopo lunga malattia, Franco Zanetta, 85 anni, maggiorese doc. Lo piangono il figlio Stefano, unito a tutti i parenti e a tutte le persone che gli hanno voluto bene. «Hai raggiunto la tua Silvana», recita il manifesto funebre. Zanetta, infatti era vedovo di Silvana Vicario. «Un uomo che è stato sinonimo di serietà, meticolosità e lungimiranza», dicono i responsabili del Magistrato del Palio. Fa eco l’amministrazione comunale: «Maggiora, grazie al palio dei rioni, ci rende fieri quando giriamo per l’Italia o andiamo all’estero. Tutto ciò buona parte è per merito di Zanetta e della sua infaticabile opera organizzativa che lo ha visto promotore e colonna portante di numerose realtà associative».

L’impegno associativo

Storia personale e del paese s’incrociano in un susseguirsi di eventi: nato nel 1934, non ancora ventenne entra a far parte dell’Ente manifestazioni maggioresi. Negli anni ’60 passa all’Unione sportiva maggiorese per diventarne presidente nel 1963 quando tiene il discorso inaugurale dell’impianto di motocross al Mottaccio del Balmone. Assieme a Renato Balzano e Giannino Magistrini fonda lo Sport Club Maggiora nel 1971, anche qui diventandone presidente per un breve periodo prima di passare a guidare la Fai (Federazione Autocross Italiana), per poi ritornare nella sua Maggiora a seguire la nascita della Pro Loco.

Le collezioni

Grande collezionista, in anni in cui la filatelia vive il suo periodo d’oro, riunisce altri collezionisti nel Circolo filatelico Maggiorese (diventato poi, nel 2013, Associazione collezionisti maggioresi) con il quale allestisce numerose mostre, concorsi ed esposizioni. Ma è nel 1986 che, con una brillante intuizione, arricchisce ulteriormente la vita già movimentata della comunità di Maggiora.

L’idea del Palio

L’asilo infantile, gestito dalle Reverende Suore, è retto dal Comitato pro asilo, impegnato in una costante raccolta di fondi in grado di garantirne il funzionamento. Per finanziarne la ristrutturazione dei locali serve però qualcosa di nuovo, in grado di coinvolgere il paese nella sua totalità. E Franco Zanetta, ancora una volta da presidente, propone di suddividere il paese in quattro rioni e di farli sfidare in una serie di giochi popolari. Dubbi, scetticismo, incertezze vengono spazzati nel volgere di una sera: il Palio dei rioni di Maggiora diventa una realtà in grado di resistere fino ai giorni nostri. «Ancora la scorsa estate – commentano commossi gli organizzatori – visitare con Franco l’esposizione degli stendardi storici del Palio è stata l’occasione per condividere tanti piacevoli ricordi ai quali, adesso, aggiungiamo il suo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *