Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ospedale Gattinara: iniziano i lavori del secondo lotto
Attualità Gattinara e Vercellese -

Ospedale Gattinara: iniziano i lavori del secondo lotto

Al via la ristrutturazione degli ex ambulatori: andranno a rinforzare il reparto Covid recentemente avviato.

ospedale gattinara

Ospedale Gattinara: prosegue la ristrutturazione con la seconda parte dei lavori.

Ospedale Gattinara, i lavori

Una nuova vita per l’ospedale di Gattinara. Proseguono i lavori al primo piano dell’ospedale “San Giovanni Battista” di Gattinara, dove è iniziata la ristrutturazione degli ex ambulatori che, trasformandosi in camere da letto per i pazienti, andranno a rinforzare il reparto Covid, inaugurato pochi giorni fa, con altri 21 posti letto. Nei giorni scorsi è stata delimitata l’area di cantiere, che interessa tutta la corsia dove fino a qualche settimana fa c’erano gli ambulatori. Per ogni stanza, che prima era concepita come un ufficio – ambulatorio, occorre realizzare il bagno interno, che è uno dei primi standard richiesti per l’ospedalizzazione di pazienti affetti da Coronavirus. Il termine dei lavori è previsto per la fine di maggio.

I costi

Rispetto ai lavori realizzati nell’area del Centro prevenzione Tempia, questo intervento sarà più consistente. Oltre ad arredi, impianti e strutture mediche, infatti, occorrono anche alcune opere edili. La spesa prevista per i lavori è di 187 mila euro, che saranno finanziati da Fondazione Valsesia onlus, dal Comune di Gattinara e da Lavazza. Inoltre Fondazione Valsesia e Comune hanno aperto una sottoscrizione per raccogliere dei fondi (l’obiettivo è arrivare a 27mila euro) per completare la copertura economica necessaria.

I posti letto

Nel frattempo sono già andati esauriti i primi dieci posti letto allestiti nel reparto dove, fino a prima dell’emergenza, c’erano gli ambulatori Tempia. Si tratta di locali ristrutturati dal Fondo Tempia cinque anni fa, per accogliere le stanze riservate ai medici e alle visite di prevenzione oncologica. Il fatto che i locali fossero ristrutturati da poco, ha fatto sì che potessero essere subito trasformati in stanze per i pazienti, grazie al lavoro dei volontari della Protezione civile, che hanno fatto piccoli lavoretti per rendere le camere più accoglienti. Per queste prime stanze l’Asl ha predisposto dei piani di sanificazione in corrispondenza delle fasce orarie in cui sono previsti gli arrivi dei pazienti, che verranno estesi anche alle zone dove si sta lavorando in questi giorni.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *