Attualità Serravalle e Grignasco -

Passerella Serravalle-Grignasco: unica speranza il percorso ciclo-pedonale

Ancora da decidere il futuro del collegamento: l'emergenza sanitaria ha inevitabilmente ritardato controlli e incontri.

Passerella Serravalle-Grignasco

Passerella Serravalle-Grignasco: l’emergenza sanitaria rallenta i controlli e il confronto fra i sindaci.

Passerella Serravalle-Grignasco, la sospensione

L’emergenza sanitaria si riflette anche sulla passerella, con l’inevitabile sospensione dei lavori e degli incontri. In questi giorni i sindaci dei Comuni di Serravalle e di Grignasco avrebbero dovuto trovarsi per fare il punto sulla situazione inerente il collegamento che unisce le due sponde del fiume Sesia. La pandemia però ha rallentato le procedure. «Dobbiamo ancora definire il da farsi e non è stata ancora presa alcuna decisione in merito all’infrastruttura – chiarisce il vice sindaco di Serravalle, Guido Bondonno -. I primi cittadini e i tecnici avrebbero dovuto trovarsi in questi giorni per verificare gli ultimi dati delle prove di carico, ma il Covid ha fatto sospendere tutto».

Una decisione ancora da prendere

Di fatto dunque, ad oggi non si è stabilito ancora nulla in merito al collegamento. «Nessuno ha deciso di sospendere definitivamente le valutazioni sullo stato del ponte e tanto meno di provvedere alla chiusura totale – chiarisce Bondonno -. Stiamo ancora prendendo in considerazione la situazione». Il vice sindaco di Serravalle non si sbilancia sulle prospettive future, ma sottolinea: «L’obiettivo dei due Comuni è innanzitutto pensare ad un percorso ciclo-pedonale, il che richiederebbe comunque  interventi strutturali che prevedrebbero costi ingenti. Ci sono delle opere manutentive da fare: dagli ammaloramenti del calcestruzzo alla regimentazione delle acque. Oltre ai risultati delle prove di carico dovremmo anche tener conto di quanto è accaduto all’inizio di ottobre con l’alluvione. Quantità ingenti di materiale legnoso si sono depositate contro i piloni. A ciò aggiungiamo il fatto che l’acqua del fiume aveva anche superato le transenne del ponte, generando non pochi problemi. In ogni caso, solo dopo un confronto con Grignasco avremo modo di avere le idee più chiare».

Le criticità

In merito alla questione interviene anche il primo cittadino di Grignasco, Katia Bui: «Allo stato attuale non c’è possibilità di riapertura, la relazione che ci è stata inviata con l’esito delle prove di carico fatte il 30 settembre ha evidenziato criticità che necessitano di interventi importanti. Vanno poi a sommarsi le conseguenze della piena che andrebbero ben esaminate». Il sindaco di Grignasco inoltre evidenzia: «Comunque sulla relazione io e il sindaco di Serravalle eravamo d’accordo di sentirci settimana scorsa ma il nuovo Dpcm ha tenuto ben impegnati entrambi». Lo stesso primo cittadino di Grignasco puntualizza un aspetto: «Non ho mai detto comunque che non avrei mai più riaperto la Passerella, come riportato da alcuni organi di stampa, anche perché non dipende solo da me».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.