Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Piemonte maglia nera: in una settimana contagi cresciuti del 30 per cento
Attualità Borgosesia e dintorni -

Piemonte maglia nera: in una settimana contagi cresciuti del 30 per cento

Si parla addirittura di un vero e proprio "caso" per la Regione.

variante brasiliana

Piemonte maglia nera sul fronte Coronavirus: i casi positivi sono cresciuti notevolmente.

Piemonte maglia nera

Si parla addirittura di un “caso Piemonte” per quanto riguarda l’emergenza Coronavirus. Per la nostra regione, infatti, è stata una settimana nera per quanto riguarda i numeri di morti e contagiati da Coronavirus. I dati resi noti nei bollettini giornalieri emessi dalla Regione sono impietosi. Uno su tutti quello dell’aumento dei casi positivi, che è stato del 30 per cento. Una crescita molto superiore a quella che si è registrata negli altri territori, Lombardia compresa. Un dato preoccupante che trova una spiegazione plausibile nell’incremento dei tamponi effettuati (circa 25mila soltanto negli ultimi giorni) e nella situazione critica riscontrata in alcune case di riposo, che hanno fatto schizzare verso l’alto i dati.

I confronti

Ma questi due fattori non rendono certamente meno preoccupante il momento e anzi il Piemonte è finito nell’occhio del ciclone proprio per la sua difficoltà a contenere i contagi. Basti pensare che in Lombardia la crescita a livello di contagi negli ultimi giorni è stata compresa tra il 10 e il 20 per cento, mentre Torino ha quasi raggiunto Bergamo nella scoraggiante classifica delle province più colpite. Un altro dato allarmante riguarda la positività dei tamponi: il tasso di positività su quelli effettuati nell’ultima settimana in Piemonte è doppio rispetto a quello delle altre regioni. E a far crescere l’ondata dei contagi non è stato un giorno in particolare ma una tendenza costante.

In provincia

Tra le province, oltre alla grave situazione di Torino, non è messa bene Novara, che ha visto i morti superare quota 200 e i contagi schizzare intorno a quota 2mila. Costante, ma meno impetuosa, la crescita di morti i contagiati a Vercelli e Biella. Ma nell’ultima settimana, oltre a quasi 500 nuovi decessi, si sono registrati anche più di mille guarigioni, mentre i casi di isolamento in famiglia superano quota 10mila. In diminuzione, e questo è un altro dato che fa ben sperare, anche i numeri dei ricoveri ordinari e di quelli in terapia intensiva (questi ultimi di oltre 60 unità). I tamponi complessivi, infine sono poco più di 99mila.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *