Attualità Novarese -

Ponte Romagnano, le foto della riapertura

Ha aperto questa mattina il collegamento provvisorio: la struttura è di 156 metri.

ponte romagnano sesia

Ponte Romagnano, finalmente la riapertura del collegamento provvisorio con Gattinara.

Ponte Romagnano, la riapertura

È arrivato finalmente il giorno della riapertura per il ponte di Romagnano. Questa mattina Anas ha aperto al traffico la viabilità provvisoria tra Romagnano e Gattinara.

Il tracciato consente di ripristinare il collegamento interrotto a ottobre 2020 per il crollo di tre delle sei campate del ponte di raccordo tra le province di Novara e Vercelli sulla ex strada provinciale 142 “Biellese”, entrata nel perimetro di gestione di Anas a partire da maggio 2021.

La struttura

Il nuovo tracciato provvisorio, illustra l’azienda, si estende per circa 300 metri e comprende, oltre alle bretelle di raccordo con le rotatorie già esistenti sulle sponde di Romagnano Sesia e Gattinara, un ponte di tipo bailey realizzato interamente in acciaio lungo 156 metri. L’importo complessivo dell’investimento per la realizzazione e l’esercizio del ponte provvisorio oggi inaugurato ammonta a circa 4 milioni e 900 mila euro.

Un passaggio importante

«Il ripristino del collegamento tra Romagnano Sesia e Gattinara costituisce un passaggio importante per la riconnessione territoriale tra le province di Novara e Vercelli – osservano da Anas – A metà marzo 2021 Regione Piemonte, Provincia di Novara, Comune di Romagnano Sesia e Anas (Gruppo FS Italiane) hanno sottoscritto la convenzione per il ripristino del collegamento.  Poiché a marzo il tracciato stradale rientrava tra quelli oggetto di procedura di riclassificazione per il rientro nel perimetro della gestione statale – il rientro nella gestione Anas è avvenuto lunedì 10 maggio – lo strumento della convenzione ha consentito ad Anas di anticipare gli interventi di ripristino della viabilità rispetto alla presa in gestione».

Il progetto

«Il progetto di intervento è stato sviluppato da Anas già a partire da dicembre 2020 ed è stato concluso a febbraio 2021 con avvio dei lavori a giugno 2021 in seguito alle difficoltà oggettive e imprevedibili riscontrate in fase di bonifica bellica. Superate le fasi di maltempo che tra ottobre e novembre hanno interessato la Regione causando rallentamenti nelle lavorazioni riguardanti la posa delle armature, il getto dei calcestruzzi e la movimentazione delle terre, nel corso degli ultimi giorni i lavori sono ripresi a pieno regime consentendo di concludere le ultime attività. Il progetto di ricostruzione del ponte crollato è in corso».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Tag:

2 Commenti

  • Luca ha detto:

    Spereremo il ponte nuovo….per il passaggio bici e persone..
    Un lavoro questo fatto a metà.
    Saluti

  • Domenico ha detto:

    Si congratulano l’un l’altro per…? Ah già il secondo miracolo Italiano. Ora attendiamo ansiosi il “terzo miracolo Italiano”, vi prego continuate a regalarci magiche emozioni come solo voi sapete fare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *