Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Ponzone colletta per rimettere la croce sul campanile
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Ponzone colletta per rimettere la croce sul campanile

Iniziativa pensata da don Claudio Maggia e presentata ai parrocchiani con una lettera aperta.

Ponzone colletta per terminare il restauro della chiesa iniziato nel 2016 e ancora in sospeso.

Ponzone colletta per posare la croce sul campanile

E’ dall’ottobre 2016 che sulla sommità della chiesa del Sacro Cuore di Gesù manca la croce, che era stata rimossa perché ormai vecchia e pericolante. La nuova croce è decisamente più leggera ed è stata anche già presentata durante la festa patronale lo scorso giugno, ma non è ancora stata posata perché durante un sopralluogo si è scoperto che la base su cui avrebbe poggiato era ammalorata e pericolante. Serve quindi un ulteriore intervento, ma ormai le finanze sono finite. L’unica soluzione sembrerebbe essere una colletta.

L’appello del parroco

Don Claudio Maggia ha quindi deciso di chiedere aiuto. «Con il parere favorevole del consiglio per gli affari economici della parrocchia – riprende la lettera rivolta ai parrocchiani – vi scrivo per invitare, chi ne ha la possibilità, a donare una propria offerta per questi lavori urgenti e per contribuire anche alle spese ordinarie della vita parrocchiale, per esempio il rifornimento di gasolio». Poi proprio per allontanare i soliti “sciacalli”, che in molte occasioni approfittano della buona fede della gente, il parroco avvisa anche che «nessuno sarà autorizzato a raccogliere le offerte a domicilio nelle case private». Chi vuole aderire con la propria donazione potrà faro semplicemente utilizzando la busta recapitata con il biglietto di auguri inviandola all’ufficio parrocchiale o lasciandola nel cestino delle offerte durante le celebrazioni delle messe festive. A disposizione anche un conto bancario, con bonifico intestato alla “Parrocchia Sacro Cuore di Gesù – Trivero Ponzone” aperto alla Biverbanca di Ponzone con la causale “restauro croce”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente