Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Pronto soccorso Borgosesia tornerà a pieno regime
Attualità Borgosesia e dintorni -

Pronto soccorso Borgosesia tornerà a pieno regime

Al termine dell'emergenza Covid, il presidio riprenderà con il normale funzionamento.

pronto soccorso

Pronto soccorso Borgosesia si prepara a tornare alla normalità dopo il rientro dell’emergenza Coronavirus.

Pronto soccorso verso la normalità

Si va verso un ritorno alla normalità per il pronto soccorso di Borgosesia. Il sindaco Paolo Tiramani garantisce che tornerà pienamente operativo. «Prima deve finire l’emergenza Covid – annuncia – La situazione tornerà gradualmente alla normalità e credo, spero, che già dalla prima settimana di luglio possa iniziare il processo che porterà il Pronto soccorso borgosesiano a pieno regime».

La protesta dei sindacati

La protesta era arrivata dalla Funzione pubblica Cgil Vercelli Valsesia, che aveva sottolineato come in seguito emergenza Covid il pronto soccorso del Santi Pietro e Paolo sia rimasto sguarnito. «Il pronto soccorso borgosesiano – dicono i sindacati – essendo diventato di primo intervento, ha una dotazione organica ridotta. Sono ormai settimane che nel nosocomio valsesiano dopo le 17 rimane un solo medico, così come il sabato e la domenica. Gli infermieri sono in numero insufficiente e sono a scavalco tra l’attività di triage (la porta di accesso) e le sale di medicazione. Per non parlare poi della maggior parte dei medici presenti, che non sono dipendenti ma personale esterno pagato a “gettone” con un evidente problema di continuità assistenziale oltre che economico».

L’ipotesi chiusura

Ma il sindaco di Borgosesia è ottimista: «Deve tornare alla graduale normalità; fino ad oggi il servizio è stato garantito», una precisazione che vale la pena di ripetere, visto che ad inizio pandemia dalla Regione era arrivata la brillante idea di chiudere il Pronto soccorso borgosesiano per rastrellare risorse da impegnare nella lotta al virus. Fu l’immediata protesta del territorio a costringere all’altrettanto immediata marcia indietro.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Un Commento

  • any ha detto:

    e speriamo riprendano anche le visite ambulatoriali..le ecografie mammarie prenotate quasi 1 anno prima…gli esami del sangue etc…oltre al covid ci sono molte altre malattie che meritano di essere curate…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente