Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Proposta del prof Paschetto: nuova scuola di Valdilana intitolata a Vittorio Sella
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Proposta del prof Paschetto: nuova scuola di Valdilana intitolata a Vittorio Sella

Il nuovo istituto comprensivo nascerà dall'unione tra l'istituto comprensivo di Trivero e quello di Valle Mosso-Pettinengo. Totali 850 alunni.

Proposta del prof Paschetto: «Intitoliamo la nuova scuola Valdilana-Pettinengo a Vittorio Sella».

Nasce una nuova scuola a Valdilana-Pettinengo

È pronto a nascere il nuovo istituto comprensivo Valdilana-Pettinengo dall’unione tra l’istituto comprensivo di Trivero e quello di Valle Mosso-Pettinengo. Totali 850 alunni. Ora serve però il via libera della Regione. Arriva una proposta sull’intitolazione del nuovo istituto comprensivo, a lanciarla il professor Giuseppe Paschetto.

LEGGI ANCHE: Prof Paschetto nel team del Ministero per rinnovare la didattica

La proposta del prof Giuseppe Paschetto

«Fino a pochi anni fa esistevano tre istituti comprensivi, – spiega Paschetto – Trivero, Pettinengo, Valle Mosso. Ora se ne costituisce uno solo. Dato che l’unico che aveva un nome ufficiale era quello di Pettinengo intitolato “Vittorio Sella – scuola alpina di pace” perché non dedicare al grande fotografo e alpinista biellese anche il nuovo comprensivo, consolidando in modo simbolico l’identità montana di tali scuole».

Un accorpamento necessario

La decisione è stata presa nel summit tra Provincia e Comuni. «La proposta di unire gli istituti comprensivi – osserva il sindaco di Valdilana Mario Carli – nasce tenendo conto dei numeri in calo dei nati nell’ex Comune di Trivero, l’istituto comprensivo avrebbe rischiato di scendere sotto i 400 alunni con tutte le conseguenze del caso».

Serve il via libera della Regione

Tutta la documentazione è stata inviata già in Regione che emetterà la propria decisione. L’idea è di far partire la nuova realtà dal mese di settembre, la sede della presidenza sarà a Valle Mosso. Il percorso di unificazione coinvolgerà tutto il personale docente e Ata.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *