Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Quarona installa telecamere a Doccio e sulla strada del Fei
Attualità Borgosesia e dintorni -

Quarona installa telecamere a Doccio e sulla strada del Fei

Gli apparecchi servono per verificare che vengano rispettate le limitazioni per il passaggio dei mezzi pesanti.

Quarona, arrivate le nuove telecamere al ponte di Doccio e sulla strada del Fei.

Quarona installa telecamere a Doccio e sulla strada del Fei

Installate due nuove telecamere sul territorio di Quarona, all’imbocco del ponte di Doccio e sulla strada del Fei. Gli apparecchi serviranno per registrare il passaggio dei veicoli (in particolare dei mezzi pesanti), visto che da qualche mese sono in vigore alcune restrizioni.

LEGGI ANCHE: Quarona, telecamera mobile contro vandali e pirati dei rifiuti

Il transito sul ponte

«Al ponte di Doccio è in vigore una limitazione alla portata – commenta il sindaco Francesco Pietrasanta -. Dall’alluvione dello scorso ottobre, il transito sul ponte è infatti limitato ai mezzi dal peso non superiore alle 8 tonnellate. Siamo in attesa di poter procedere con il progetto di sistemazione, dopo le verifiche effettuate sulla staticità della struttura. Non vi sono condizioni di pericolo, tuttavia per il momento manteniamo la limitazione al passaggio. Pertanto è fondamentale la presenza di una telecamera».

Limitazioni anche per salire al Fei

Il secondo apparecchio è posizionato all’accesso della strada del Fei, per i controlli agli automezzi dopo l’approvazione del regolamento che disciplina alcuni aspetti e limita il transito.

«C’era la necessità di regolamentare l’utilizzo della strada, in modo particolare per il passaggio dei mezzi pesanti, per evitare danneggiamenti all’asfalto – rimarca il primo cittadino -. Il regolamento prevede il divieto di transito per veicoli di massa superiore a 3,5 tonnellate a pieno carico, salvo il rilascio di un’autorizzazione con pagamento della relativa quota».

Serve l’autorizzazione comunale

«Chi utilizza la strada per ragioni lavorative deve chiedere l’autorizzazione e pagare una tariffa di 30 centesimi a quintale. Nessun vincolo per i proprietari, a meno che vengano superati i 150 quintali di piante tagliate. Monitorando i passaggi avremo la conferma se sia stata chiesta l’autorizzazione».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *