Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Quarona proteste per musica a tutto volume e auto che scorrazzano
Attualità Borgosesia e dintorni -

Quarona proteste per musica a tutto volume e auto che scorrazzano

Decine di segnalazioni dai cittadini: «Se dovessero ripetersi episodi simili prenderemo provvedimenti».

Quarona proteste per musica e velocità nelle notti del fine settimana «Avvisati: ora non accadrà più».

Quarona proteste per rumori notturni

Si erano indispettiti molti cittadini. Il motivo erano auto che sfrecciavano in alcune zone di Quarona, in orario notturno, soprattutto nel fine settimana. Velocità e sgommate che hanno preoccupato i residenti, ma anche irritati perché svegliati nel cuore della notte.
LEGGI ANCHE: Quarona trasloca il “babbio”: dov’è ora ostacola il traffico

Intensificati i controlli

Le lamentele portate all’attenzione del Comune e delle forze dell’ordine sono sfociate in controlli e verifiche che hanno permesso di individuare i responsabili e invitarli a cambiare comportamento. Gli episodi si erano intensificati negli ultimi fine settimana estivi.

Situazione insostenibile

«La situazione era diventata piuttosto pesante, visto che in municipio abbiamo ricevuto lamentele di una decina di residenti – conferma il sindaco Francesco Pietrasanta -. La maggior parte delle segnalazioni si riferiva a eccessi con le auto, altri hanno fatto riferimento a musica ad alto volume. In entrambi i casi l’effetto era di cittadini svegliati dal rumore. È stato particolarmente fastidioso lo scorso weekend».

Alcuni individuati

Alcuni dei responsabili sono stati individuati, anche attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate in paese: «Non si è preso alcun provvedimento nei loro confronti – aggiunge il primo cittadino -, ma si è cercato di far capire che simili comportamenti non vanno bene. È giusto divertirsi, ma con giudizio e senza che gli effetti ricadano su altre persone. Il messaggio è stato compreso, e mi attendo notti più tranquille in paese».

Si prenderanno provvedimenti

L’attenzione resta comunque alta, e in caso di nuovi episodi ci sarà minore indulgenza: «Ovviamente, in unione con le forze dell’ordine, si controllerà che nessuno ecceda – conclude Pietrasanta -. Se dovessero ripetersi casi simili, saranno presi provvedimenti».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *