Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Quarona sistema l’area delle feste al Gabbio
Attualità Borgosesia e dintorni -

Quarona sistema l’area delle feste al Gabbio

La zona è già sede della fiera del bestiame; sarà ripulita dagli arbusti secchi e il terreno livellato

Quarona sistema l’area delle feste al Gabbio. L’Unione montana dei Comuni con un contributo di 20mila euro permetterà di dare un nuovo volto all’area.

I lavori partiranno a breve

La zona che si trova sotto il viadotto che da Doccio conduce a Varallo da qualche anno fa da cornice alla fiera del bestiame organizzata nel periodo autunnale. Oltre a questa manifestazione il Gabbio è particolarmente adatto anche per coloro che vogliono fare attività sportiva. E a breve potrà essere ancor più fruibile. Nell’arco di poco tempo saranno infatti avviati lavori che hanno lo scopo di migliorare le condizioni del suolo. «Con l’ufficio tecnico abbiamo fatto recentemente un sopralluogo e sono stati individuati una serie di interventi – spiega il sindaco di Quarona, Sergio Svizzero -. Faccio qualche esempio per essere chiaro: l’idea è di eliminare gli arbusti secchi, migliorare l’accesso all’area, e livellare il terreno in maniera tale che non ci siano più buche. Sarà l’Unione montana a portare avanti l’intervento».

L’Unione montana si farà carico

Ad occuparsi delle opere sarà l’ente presieduto da Pier Luigi Prino che sta seguendo da vicino il progetto. «Il costo per questo intervento sarà di 20mila euro – precisa Prino – . Il nostro obiettivo è di livellare il terreno, pulirlo e renderlo più usufruibile per la manifestazione di autunno. Ciò non toglie che una volta conclusi i lavori, il Gabbio possa essere utilizzato maggiormente anche dal resto dei valsesiani».

Tutto pronto per la fiera del bestiame

E ora si attende l’inizio degli interventi, che dovrebbero partire e concludersi nell’arco di poco tempo. «Le opere cominceranno a breve – conclude Prino – e tutto dovrà essere pronto in vista della fiera d’autunno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente