Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Rifugio Boffalora scoperchiato dal vento: al lavoro Cai e volontari
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Rifugio Boffalora scoperchiato dal vento: al lavoro Cai e volontari

Ad aiutarli a sistemare la copertura anche diversi residenti di Carcoforo.

rifugio boffalora, carcoforo

Rifugio Boffalora danneggiato dalle raffiche di vento: al via i lavori di sistemazione.

Rifugio Boffalora, danni al tetto

Il rifugio Boffalora-Majerna, a 1685 metri in valle d’Egua a Carcoforo, è finito “sotto i ferri”. I soci del Cai Boffalora e una trentina di volontari, infatti, si sono messi al lavoro per sistemare parte del tetto del rifugio scoperchiato. Nelle scorse settimane il forte vento aveva divelto parte della copertura. Ad avvisare i gestori del Cai Boffalora era stato un socio del Cai di Varallo. Sabato e domenica i volontari si sono organizzati e sono saliti fino al loro rifugio per sistemare tutto.

Un valido aiuto

Due giornate all’insegna del lavoro, ma anche dell’amicizia. Hanno potuto contare infatti sull’appoggio di diversi residenti di Carcoforo che hanno dato una mano. Non è mancato il pranzo all’aperto in compagnia nella giornata di domenica per poi rimettersi al lavoro. Da ben trent’anni la sezione del Cai di Boffalora Sopra Ticino gestisce direttamente il rifugio alpino “Paolo Majerna” dedicato al socio fondatore del Cai boffalorese scomparso qualche anno fa e infaticabile promotore della baita-rifugio in Val d’Egua. Grazie ai lavori il programma per l’estate rimane confermato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente