Seguici su

Attualità

Rincara tutto, Valduggia costretta a ritoccare le tariffe per le scuole

Pubblicato

il

Valdilana ridisegna

Servizi scolastici a Valduggia, ecco perché sono più cari. «Tariffe adeguate ai costi delle materie prime».

Valduggia ritocca le tariffe per le scuole

«Si tratta di adeguamenti più che di aumenti, legati ai rincari delle materie prime. Tutto nell’ottica di migliorare il servizio offerto a scuola e contare per il futuro di incrementare le iscrizioni». Così l’amministrazione comunale di Valduggia replica alla sollecitazione del gruppo di minoranza Valduggia Viva che aveva raccolto le segnalazioni di alcune famiglie con bambini che frequentano la scuola primaria.

Tre novità importanti

«Le novità riguardanti i servizi scolastici riguardano tre aspetti – spiega il consigliere comunale Giacomo Giacomini, delegato all’istruzione –. In primis, l’aumento esiguo delle voci di costo già esistenti per il pre e il post scuola: il post alla primaria che passa da 78 a 80 euro mensili; mentre il pre dell’infanzia che passa da 24 a 26 euro mensili».

«In secondo luogo l’aggiunta di una quota di 20 euro mensili per il servizio pre-orario alla scuola primaria per correttezza ed equità nei confronti di tutti i genitori della scuola dell’infanzia che da sempre versano la quota; tariffa che è stata resa gratuita per le famiglie che usufruiscono del servizio scuolabus per non gravare ulteriormente sul bilancio famigliare».

«Infine, l’aggiunta della quota di assistenza mensa in quanto, su richiesta delle insegnanti e dell’istituto comprensivo di Serravalle, si rende necessario impiegare il tempo mensa per avere a disposizione ore in più per la didattica e la compresenza nelle classi».

La ditta Elior ha alzato i prezzi

Il gruppo di opposizione ha evidenziato che la spesa per le famiglie che utilizzano mensa e servizio post-orario è di oltre 200 euro al mese.

Alla considerazione, Giacomini replica: «Non dobbiamo fare l’errore di sommare la quota dei servizi pre e post scuola con la quota dei buoni pasto, in quanto si tratta di due voci di costo ben distinte tra loro. Il primo è un servizio individuale organizzato dall’ente pubblico comunale, mentre il secondo viene fornito dalla ditta Elior con un aumento da 4,25 euro a 4,60 euro a pasto a causa dei rincari delle materie prime di cui tutti siamo a conoscenza».

«L’azienda chiedeva da mesi questo aumento, ma siamo riusciti a non farlo applicare nel mezzo dello scorso anno scolastico, con l’inizio del nuovo è stato inevitabile. Infine c’è stato un aumento della tariffa annuale per lo scuolabus, da 200 euro a 230 euro annuali a causa del rincaro del carburante».
LEGGI ANCHE: Valduggia arrivano 130mila euro per avere sempre acqua pulita

Altà qualità dei servizi offerti

Sul paventato timore che gli aumenti spingano famiglie valduggesi a spostare i bambini in istituti scolastici di altri paesi, l’amministratore sostiene la considerazione opposta.

«La qualità del servizio offerto è aumentata, in particolare per le insegnanti della scuola primaria che avranno a disposizione maggior tempo da dedicare ai bambini. In più il servizio verrà svolto seguendo e rispettando a pieno le normative, e con personale più preparato. Questo sarà un ottimo biglietto da visita per le nostre scuole, sperando anche di aumentare il numero di iscritti negli anni a venire».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *