Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Romagnano auto lasciate ore in zona disco: arrivano le multe
Attualità Novarese -

Romagnano auto lasciate ore in zona disco: arrivano le multe

I casi fanno discutere in paese, fra i cittadini che rimarcano la necessità di rispettare le regole e chi chiede un margine di tolleranza più ampio.

camion urta

Romagnano auto lasciate in sosta dopo la scadenza nelle aree a disco: automobilisti sanzionati.

Romagnano auto in sosta

Auto che rimangono nei posti a disco ben oltre i limiti di tempo: a Romagnano è scattata ora la “tolleranza zero”. Come sempre accade però, per colpa di qualcuno, è poi l’intera comunità a farne le spese, tanto che una parte di romagnanesi si lamenta per quella che, a loro dire, è l’eccessiva “fiscalità” della polizia municipale. Segnalazioni di automobilisti e residenti hanno reso la questione di dominio pubblico, dividendo la cittadinanza nei sostenitori delle due opposte teorie: giusto seguire le normative e, quindi, spostare l’auto allo scadere dell’orario di sosta; oppure consentire un po’ di tolleranza per chi arriva a rimuovere l’auto magari pochi minuti dopo lo scoccare dell’ora x. Nel mezzo, gli agenti di Polizia municipale, che contrastano in modo deciso le trasgressioni, anche fotografando le auto in sosta, per poi applicare le sanzioni previste per chi sfora sulle tempistiche, tanto da fare aumentare considerevolmente l’accesso di gente all’ufficio dei vigili per pagare le multe.

LEGGI ANCHE: Parcheggi gratis a Borgosesia ma con disco orario: partono le multe

Le segnalazioni

«Abbiamo avuto segnalazioni da parte dei cittadini stessi – spiega la comandante Anna Assi – sull’impossibilità di utilizzare alcuni posti auto, che restano occupati dalle stesse vetture per molte ore, se non di più. Il nostro lavoro è far rispettare le norme, ma forse la tolleranza dimostrata nel periodo del confinamento quando, non potendo nessuno uscire di casa, le auto sono rimaste ferme per settimane anche nei posti a zona disco, hanno fatto credere che si potesse continuare anche dopo. A chi dice che siano diventati troppo fiscali o che vogliamo fare cassa per conto del Comune, vorrei fare sapere che il nostro organico è di sei persone, me compresa, che si occupano di tre Comuni (Romagnano, Prato e Ghemme). Con questi numeri, e in questo periodo di convivenza col Covid, siamo impegnati anche a controllare che non si formino assembramenti ai mercati, nei luoghi pubblici o nei locali; che tutti rispettino le disposizioni governative e, certamente, anche a tenere sotto controllo la situazione lungo le strade. Personalmente, poi, mi trovo spesso a prestare il mio servizio negli uffici, occupandomi anche dei rapporti istituzionali, delle riunioni, della supervisione del lavoro dei colleghi. Quindi il tempo che dedichiamo ai parcheggi di Romagnano è solo una parte del nostro lavoro, che cerchiamo di svolgere al meglio con le forze che abbiamo a disposizione».

Difficoltà economiche

Ciò che però evidenzia chi sta dalla parte della tolleranza, proprio in questo momento di lento ritorno alla normalità, è la difficoltà economica di tanta gente e degli esercizi commerciali del paese. Chiedono una maggiore indulgenza soprattutto nel caso di inottemperanza lieve, ossia qualora i proprietari delle auto con disco orario scaduto si presentino a spostare il proprio veicolo con pochi minuti di ritardo. «Siamo vigili e vigiliamo in tutti i sensi – avverte però la comandante – La tolleranza non deve essere presa per diritto acquisito».

Immagine di repertorio

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente