Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Romagnano proposta di acquisto per Mercatone Uno
Attualità Novarese -

Romagnano proposta di acquisto per Mercatone Uno

La manifestazione di interesse riguarda anche Trecate e Pombia, ma non lo stabilimento di Caltignaga.

Romagnano proposta di acquisto per Mercatone Uno. Inoltre sarà chiesta la proroga della cassa integrazione.

Romagnano proposta di acquisto per Mercatone Uno

C’è uno spiraglio per il futuro del Mercatone Uno di Romagnano. È arrivata un’offerta per acquisire lo stabilimento in Valsesia chiuso dopo essere stato acquisito dalla Shernon Holding lasciando senza lavoro i dipendenti. E novità ci sono anche per i lavoratori, si punta infatti a prorogare la cassa integrazione straordinaria in scadenza a fine anno.

Il punto della situazione

È lo stesso Ministero dello Sviluppo Economico ad aggiornare la situazione: «I commissari straordinari hanno fatto il punto sul programma finalizzato alla cessione dei punti vendita del gruppo, precisando di aver ricevuto 14 manifestazioni di interesse, presentate da aziende italiane, tra cui alcuni proprietari degli immobili in cui sono presenti i punti vendita, e da possibili investitori internazionali. Dopo aver avviato una analisi delle manifestazioni di interesse, hanno incontrato ogni singolo offerente con l’obiettivo di verificare la possibilità di ampliare il numero di punti vendita coinvolti e i relativi livelli occupazionali di ogni singola offerta». Il prossimo passo è far diventare le offerte vincolanti.

I mobili già venduti all’asta

Proprio qualche settimana fa si è conclusa l’asta dei beni che si trovavano ancora nei punti vendita di Mercatone Uno. Si tratta di cucine, camere da letto, divani e altri complementi d’arredo, rimasti stoccati nei magazzini e negli spazi espositivi dei negozi, ma di fatto mai consegnati, Eppure c’è chi aveva già pagato tutto o parte del mobilio ed era in attesa di vederselo consegnato. E invece è finito all’asta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente