Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Romagnano ricorda Umberto, assicuratore morto nel frontale
Attualità Novarese -

Romagnano ricorda Umberto, assicuratore morto nel frontale

E' stato tra i fondatori dell’attuale gruppo alpini di Carpignano

romagnano ricorda

Romagnano ricorda Umberto Garella, scomparso in un incidente stradale.

Romagnano ricorda l’alpino Umberto

Ha destato grande cordoglio anche a Romagnano la scomparsa di Umberto Garella: ha perso la vita nell’incidente d’auto avvenuto domenica pomeriggio sulla provinciale tra Albano e Oldenico. Pur essendo residente a Carpignano, Garella da 25 anni era assicuratore nell’agenzia UnipolSai di Romagnano. Garella, 70 anni il prossimo aprile, lavorava come agente generale dell’agenzia assicurativa UnipolSai del paese, dopo averlo fatto a Carpignano Sesia, centro in cui viveva prima di trasferirsi a Vercelli con la nuova compagna.

La penna nera

Oltre che assicuratore, Garella è noto in zona per essere stato tra i fondatori dell’attuale gruppo alpini di Carpignano, che ha unito le penne nere del paese con quelle di Landiona e Sillavengo. Era stato capogruppo per 21 anni. L’attuale capogruppo delle penne nere di Carpignano, Fabio Bonassi, amico dello scomparso, lo ricorda come uno dei “pilastri” del gruppo, sempre sorridente e pronto alla battuta. «E’ stato capo gruppo delle penne nere di Carpignano per 21 anni, dal 1980 al 2001. Fu lui a dare l’impronta attuale, rimodernandolo, al nostro gruppo. Sarà sempre con noi. Aveva un carattere estroverso e gioviale; era conosciuto in tutti i gruppi della zona». Nonno di quattro nipotini, Garella era in procinto di lasciare il lavoro per godersi il meritato riposo. «Credo che, una volta in pensione, volesse dedicarsi a tempo pieno a fare il nonno. Adorava letteralmente i suoi nipoti».

Un nonno presente

«Aveva un carattere aperto e solare, la sua allegria era contagiosa – racconta la figlia Delia -. Era una persona molto schietta e diretta, ma era sempre disponibile. Come papà (Garella ha anche un’altra figlia, Linda, ndr.) e come nonno è stato sempre molto presente. Amava poi tantissimo il suo lavoro. Sono sicura che in questo momento lui vorrebbe che noi festeggiassimo…. E’ una parola. Ci mancherà tantissimo». La data del funerale non è ancora stata fissata ma gli alpini di Carpignano ci saranno con il cappello d’ordinanza e il gagliardetto, per ricordarlo con affetto. Gli alpini avvieranno una raccolta fondi in sua memoria, il cui ricavato verrà devoluto per un’associazione con scopi sociali.

Due vittime

Nello stesso incidente ha perso la vita anche Valter Marchioro, 58enne ex vigile urbano di Balocco. Entrambi erano all’inizio della pensione: Marchioro ci era andato da un paio di mesi, Garella avrebbe finito di lavorare tra meno di un mese. Nemmeno per lui c’è ancora la data del funerale. E’ intanto stata trasferita al Maggiore di Novara, sempre in prognosi riservata, la moglie di Marchioro, anche lei coinvolta nel devastante impatto di domenica pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente