Attualità Novarese -

Sacchi di rifiuti abbandonati nei boschi di Ghemme

L'amministrazione comunale chiede aiuto ai cittadini per risolvere il problema, segnalando questi gesti.

Sacchi di rifiuti nei boschi tra Ghemme e Romagnano: l’amministrazione chiede aiuto ai cittadini.

Sacchi di rifiuti abbandonati

I boschi intorno a Ghemme ancora bersaglio di atti di inciviltà. Nei giorni scorsi è stata segnalata la presenza di sacchi neri pieni di immondizia nella zona dei “Laghi vita”, tra Ghemme e Romagnano. Si tratta dell’ennesimo episodio di inciviltà nel paese. E così l’amministrazione comunale chiede aiuto ai cittadini per risolvere il problema, segnalando questi gesti. Che non consistono solo negli abbandoni in aree isolate, ma che toccano anche il centro cittadino.

I cestini pubblici

«Come accade in molti altri luoghi la gente scarica sul territorio sacchi neri – afferma l’assessore Piero Rossi che, insieme al sindaco Davide Temporelli e al Consorzio del Medio Novarese sta affrontando la questione – rifiuti ingombranti o materiali di vario tipo, che basterebbe portare in discarica. Ma un’altra questione che ci amareggia è il veder depositare i sacchi dell’umido, dell’indistinto, della plastica, a volte non correttamente differenziati, nei pressi dei cestini per i rifiuti lungo le vie. Ci chiediamo perché i cittadini non li mettano semplicemente fuori casa nelle giornate di raccolta». Una questione difficilmente risolvibile solo con il controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine.

Mancanza di senso civico

«Potremmo aggiungere delle videocamere e utilizzare il nostro dispositivo di sorveglianza mobile, che posiamo in punti diversi del territorio; in questo modo abbiamo già individuato i responsabili di gesti di questo genere. Ma il punto dolente è la mancanza di senso civico dei ghemmesi che si rendono responsabili di questi gesti. Ma anche chi vede e non dice niente è corresponsabile, perché siamo sicuri che molti si accorgono di quanto accade». L’appello dell’amministratore è dunque rivolto a una maggiore sensibilità per il territorio e a fare il proprio dovere di cittadini, segnalando le scorrettezze. Vi è poi un ulteriore aspetto: «Quando un cittadino espone un sacchetto dal contenuto non conforme, gli addetti non lo raccolgono e finisce che il Comune debba intervenire per portarlo via: una spesa in più per tutti i ghemmesi. Anche questa situazione va risolta».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.