Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Scuola Varallo trovato il “mollusco contagioso”: si fa prevenzione
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Scuola Varallo trovato il “mollusco contagioso”: si fa prevenzione

«Niente di grave ma meglio prevenire»

Scuola Varallo trovato il “mollusco contagioso”: si fa prevenzione. Nei giorni scorsi la direzione del “Tanzio da Varallo” ha diramato un avviso a scopo precauzionale.

Scuola Varallo si fa prevenzione sul “mollusco contagioso”

«Ben inteso che non intendiamo creare allarmismi – sottolinea il dirigente scolastico Raffaella Paganotti -, ma il nostro compito è di avvisare subito le famiglie, è la prassi. Lo facciamo in caso si manifestino i pidocchi o qualsiasi altra malattia, tra cui quelle esantematiche, che possono interessare tutti gli alunni. Pertanto l’abbiamo fatto anche in questo caso avendo riscontrato a scuola la presenza del “mollusco contagioso”».

L’avviso alle famiglie

L’istituto ha diramato un avviso segnalando che «la malattia è caratterizzata dalla comparsa di piccole lesioni, escrescenze, che possono manifestarsi in qualsiasi zona del corpo. Può colpire adulti e bambini e il contagio avviene per contatto diretto con la cute infetta o attraverso oggetti che possono venire a contatto con il virus, ad esempio biancheria, asciugamani, spugne da bagno, giocattoli e piscina».

Controlli

Le piccole lesioni assomigliano molto alle verruche, di norma nei bambini si presentano su volto, tronco, gambe e braccia e, proprio per evitare che il virus si propaghi, è importante controllare i bambini in tutte le parti del corpo. «Nel caso di infezione – si legge ancora sull’avviso diramato dall’istituto scolastico – si invita a tenere coperte le zone interessate, perché toccando o graffiando una lesione e poi toccandosi il virus può diffondersi in altre parti, e rivolgersi a un dermatologo e informare tempestivamente la scuola». L’istituto scolastico resta a disposizione delle famiglie per qualsiasi domanda o necessità. L’avviso è apparso anche sui social, postato da qualche genitore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *