Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Serravalle Vasco Rossi scrive al suo fan Renato
Attualità Serravalle e Grignasco -

Serravalle Vasco Rossi scrive al suo fan Renato

Il cantante, venendo a sapere che aveva avuto alcuni problemi di salute, gli ha spedito un biglietto di incoraggiamento.

Serravalle Vasco Rossi

Serravalle Vasco Rossi, dopo avere saputo che il suo fan Renato Mazzone ha dovuto affrontare alcuni seri problemi di salute, gli ha spedito un biglietto di incoraggiamento. A raccontare la bella storia è Piera Mazzone.

Serravalle Vasco scrive al suo fan

Un pensiero speciale per un suo fan storico che sta affrontando un momento difficile. L’ha spedito Vasco Rossi a Renato Mazzone, serravallese e storico estimatore del cantante di Zocca. Del resto, l’artista aveva già un legame con la cittadina valsesiana: nel 1998, infatti, vi era stato per inaugurare la statua a lui dedicata, realizzata da Vittorio Giubelli, e ha ricevuto la cittadinanza onoraria.

Serravalle Vasco Rossi

Renato

Renato Mazzone è un fan di lunghissima data del “Blasco”. In primavera ha dovuto affrontare alcuni seri problemi di salute. «Ha avuto un grosso problema di salute, non legato al Coronavirus, ed era stato ricoverato all’Ospedale di Vercelli, poi a Veruno per la riabilitazione – racconta Piera Mazzone in un articolo – Tornato a casa, con coraggio e determinazione aveva ripreso il suo lavoro nell’Officina meccanica della quale è il titolare, coadiuvato dal fratello Paolo. All’inizio non è stato facile: nonostante le terapie i dolori erano spesso tanto intensi da impedirgli di continuare, ma soprattutto ogni cosa costava molta più fatica: “Ho la testa che vaga, mi stanco subito”, ma Renato ha tenuto duro ed è andato avanti».

La lettera

La mamma ha impugnato la penna e scritto direttamente a Vasco Rossi. «Sono la mamma di Renato e Paolo, abitiamo a Serravalle Sesia, un paesino in Valsesia che hai visitato nel 1998, invitato dal Sindaco Gianluca Buonanno per mostrarti la scultura in legno che ti raffigura e che mi permetto di inviarti. Tu non ci crederai ma quella statua in legno è qui, nella nostra piccola Officina Mazzone. Renato, il mio figlio maggiore, Ti adora…ho quasi la nausea nel sentirTi cantare, lui Ti ama davvero. Purtroppo oggi non sta bene, ha avuto un’ischemia cerebrale, e, anche se si sta riprendendo pian pianino, è molto triste, e quella: “Voglia di vivere” (che Tu citi nella tua canzone) non c’è più. Ti prego, da mamma, fatti sentire se puoi, perché per Renato sarebbe il regalo più bello. Grazie di cuore, mamma Rosina e papà Ennio».

La risposta

Giovedì 7 gennaio, Renato ha ricevuto quella che sembrava una comune busta. In realtà, al suo interno ha trovato una cartolina con una scritta autografa: «Evviva Renato! Vasco Rossi». Un incoraggiamento semplice e significativo. «Per Renato è stato il più bel regalo, di buon auspicio per questo 2021 – osserva Piera Mazzone – la cartolina l’ha fatta trasformare in un grande striscione da appendere al balcone di casa, proprio sopra l’Officina e ne ha ricavato anche tanti adesivi da regalare a clienti e amici».

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *