Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Strada Valduggia allagata a ogni pioggia: proteste dei residenti
Attualità Borgosesia e dintorni -

Strada Valduggia allagata a ogni pioggia: proteste dei residenti

In frazione Castagnola, un avvallamento tende a riempirsi d'acqua in caso di precipitazioni intense.

strada valduggia

Strada Valduggia allagata: i problemi in frazione Castagnola sono stati segnalati da una residente estiva.

Strada Valduggia allagata

Se le precipitazioni si fanno intense, la situazione diventa difficile. «Ogni volta che piove con una certa intensità la strada si allaga, e quello che rimane dopo è un pantano. E quando ho fatto presente il problema al Comune ho ricevuto una risposta che nulla c’entrava con quanto segnalato»: a sollevare la questione è Silvia Montaldi, che abita a Milano ma da una cinquantina d’anni trascorre i mesi estivi in una casa in frazione Castagnola di Valduggia.
All’ennesimo riproporsi del problema ha sollecitato un intervento all’amministrazione comunale valduggese, quanto meno un sopralluogo per rendersi conto della situazione.

La zona

Il tratto sotto accusa è quello che, scendendo dalla strada Valduggia-Soliva, porta verso la piazza di Castagnola e prosegue fino al cimitero e Maretti. «La strada è in discesa per un breve tratto per poi risalire verso la piazza e la chiesa – racconta Montaldi -. Nel tratto che si trova proprio di fronte alla mia casa, vi è quindi un avvallamento che si allaga quando piove forte. Quest’anno, nel solo periodo delle mie vacanze fra la metà di luglio e il 21 agosto, l’inconveniente si è ripetuto tre volte. Esiste un tombino di scarico, ma è piccolo e viene presto ostruito da foglie e rami trascinati dall’acqua. Per evitare che l’acqua entri in giardino, prendo un bastone e scendo sotto la pioggia a liberare il tombino. Poi, una volta defluita l’acqua, resta è un pantano. Uno degli effetti è che in quel punto ormai l’asfalto non c’è più e si è creato un buco, pericoloso per auto e per biciclette».

Le grate

Per Montaldi c’è una spiegazione: «Circa due anni fa sono state tolte le grate, ormai instabili. Ma sono state sostituite con una lastra di ferro, che avrebbe dovuto essere provvisoria ma è ancora lì, e da due grate molto piccole che non riescono a far defluire la grande quantità di acqua durante forti temporali. La conseguenza è che tutta l’acqua, sia da destra che da sinistra, scende verso l’avvallamento di fronte alla mia casa. La stessa strada, che credo risalga ai primi anni Ottanta, non ha è mai stata sottoposta a lavori di manutenzione tanto che, verso il cimitero, ci sono segni di cedimento».

La segnalazione

La villeggiante ha segnalato in municipio la situazione: «Ho telefonato e mandato mail, nella speranza che venisse presa in considerazione la richiesta, che riguarda non solo me ma l’intera frazione – dice -, ho anche chiesto venisse effettuato un sopralluogo. Ho invece ricevuto una mail di risposta poco comprensibile, credo prefabbricata, dove si fa riferimento alla caduta di piante sulle strade e alla mancanza di manutenzione da parte dei proprietari dei terreni confinanti. Ma non è questo il caso di Castagnola, qui semmai è un problema di griglie e scarichi». E’ amareggiata Montaldi: «Durante le telefonate intercorse con il municipio mi è stato riferito che non si può fare niente perché “non ci sono i soldi”. E ho la conferma che i non residenti sono “cornuti e mazziati” considerato che quest’anno Valduggia ha aumentato ancora una volta le tasse dei non residenti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente