Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Terapia intensiva a Borgosesia: piano da 1,5 milioni per attivare il reparto entro l’anno
Attualità Borgosesia e dintorni -

Terapia intensiva a Borgosesia: piano da 1,5 milioni per attivare il reparto entro l’anno

L’Asl Vercelli sta cercando il personale per rendere il reparto una realtà consolidata.

Terapia intensiva a Borgosesia: piano da 1,5 milioni per attivare il reparto entro l’anno.  L’Asl Vercelli sta cercando il personale per rendere il reparto una realtà consolidata, ma intanto c’è anche tutta la parte strutturale che prosegue per far spazio al nuovo reparto che dovrebbe entrare in funzione entro la fine dell’anno. 

Terapia intensiva

Uno degli aspetti che i il sindaco di Quarona Francesco Pietrasanta e rappresentante dei sindaci per la sanità ha voluto trattare durante l’incontro con l’azienda sanitaria nelle scorse settimane è stato quello relativo alla terapia intensiva. «Grazie alla donazione del dottor Pier Luigi Loro Piana e alla regia di Fondazione Valsesia al Santi Pietro e Paolo ci sono otto letti, ancora però non attivati – spiega -. Ci è stato garantito che entreranno a regime entro fine 2021, a compimento dell’iter necessario per il reperimento del personale che li gestisca».

Personale

E’ una delle richieste del territorio su cui punta molto anche l’onorevole Paolo Tiramani, da sempre attento alla tematica: «L’Asl ha finalmente attivato la procedura per acquisire il personale, contiamo che dal mese di maggio in poi la situazione si possa sbloccare anche perchè la strumentazione c’è».

Le attività dell’Asl

L’Asl Vercelli ha in mano un progetto per il nuovo reparto. Ma per poter ospitare terapia intensiva bisogna fare spazio e così al Lingottino si sposterà una parte della attività amministrativa dell’ospedale, oltre a medicina legale e altri servizi. Saranno posizionati in uno spazio di almeno 900 metri quadrati. Il trasferimento di alcune attività intraospedaliere al Lingottino è in fase di progettazione. Ci saranno i lavori di adeguamento strutturale del valore di 1,5 milioni di euro. Una volta quindi che sarà sgomberata l’area all’ospedale si potrà procedere a sistemare il reparto. Termine previsto per i lavori è fine anno e nel frattempo prosegue il reclutamento di personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *