Seguici su

Attualità

Tragedia del Mottarone, è trascorso un mese: oggi la messa del vescovo Brambilla

Pubblicato

il

funivia del mottarone

Tragedia del Mottarone, è trascorso un mese: oggi la messa del vescovo Brambilla.

Tragedia del Mottarone

Un mese fa era domenica 23 maggio, uno dei primi fine settimana dove finalmente si poteva godere un po’ di libertà dopo il lungo lockdown. In tanti avevano deciso di trascorrere il proprio tempo libero a Stresa e alcuni sul Mottarone avventurandosi con la funivia. A metà mattina la tragedia: la fune si spezza, la cabina che stava per giungere alla stazione di arrivo scivola verso valle con a bordo i turisti, si scoprirà che è senza freni (sono stati disinseriti), si schianta contro un pilone e cade nel vuoto. Solo il piccolo Eitan si salverà, tutti gli altri occupanti sono morti.  In totale 14 vittime. Questa mattina il vescovo Franco Giulio Brambilla ricorderà le quattordici vittime e pregherà per il piccolo Eitan proprio a due passi dalla stazione d’arrivo.

LEGGI ANCHE: Che casino; che casino”; La telefonata del 118 ai carabinieri dopo l’incidente del Mottarone

Le indagini partirono subito, il procuratore di Verbania mise agli arresti tre persone: il titolare della funivia, il direttore di servizio e il tecnico responsabile. Il Gip non ha convalidato gli arresti dei primi due e ha messo ai domiciliari il solo Gabriele Tadini. Le indagini e i sopralluoghi intanto continuano

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *