Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Trivero addio all’ex sindaco Pettinaroli: politico di altri tempi
Attualità Sessera, Trivero, Mosso -

Trivero addio all’ex sindaco Pettinaroli: politico di altri tempi

Fu consigliere e poi primo cittadino, a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta

trivero addio

Trivero addio a una figura storica della politica locale: si è spento Franco Pettinaroli.

Trivero addio all’ex sindaco

Trivero ricorda l’ex sindaco Franco Pettinaroli con parole di stima: «Una persona seria e un amministratore capace». Pettinaroli è stato uno storico sindaco e amministratore comunale di Trivero a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta. E’ morto all’età di 92 anni nella sua casa e il funerale è stato celebrato martedì mattina nella chiesa di Trivero Matrice. Da anni era ormai fuori dalla scena politica, ma in tanti lo ricordano ancora per la sua attività politica in paese. Ma non solo: Pettinaroli era molto noto anche per la sua attività di commerciante. In frazione Gioia, dove abitava, aveva infatti un punto vendita di scarpe e articoli sportivi, che gestiva assieme alla moglie.

Il “pentapartito”

Franco Pettinaroli era stato sindaco per metà mandato insieme a Franco Loffi (morto nel marzo del 2013) negli anni Novanta, come ricorda Giorgio Corradin, all’epoca assessore comunale: «Era il tempo del famoso “pentapartito”. L’incarico di sindaco si decideva dopo le elezioni, i partiti si presentavano con il proprio programma elettorale, venivano votati e poi si formava la maggioranza trovando l’accordo. In quella tornata elettorale la prima parte di mandato come sindaco fu retta da Franco Loffi della Dc, poi l’altra parte da Franco Pettinaroli del Psi». Franco Pettinaroli è stato un amministratore di lungo corso, da sempre all’interno del Partito socialista, a Trivero aveva avuto una lunga esperienza come consigliere prima di arrivare a ricoprire l’incarico di sindaco.

La politica di una volta

«Era una bravissima persona – lo ricorda ancora l’ex amministratore comunale Corradin -, semplice ma con grandi capacità. Ha avuto una lunga esperienza da consigliere e poi divenne sindaco, in quegli anni collaborammo a lungo. Di lui mantengo un ottimo ricordo, sicuramente una persona concreta che amava i fatti».Uomo esempio di una politica che forse non c’è più: «Oggi sento tanta gente parlare e fare poco. All’epoca la politica era una cosa forse più seria e interessante anche per la gente. Franco era una persona che sapeva ascoltare: quando c’era un argomento da discutere lo portava in giunta e se ne parlava condividendo le posizioni con tutti». Dopo l’incarico di sindaco decise pian piano di uscire dalla scena politica locale ritirandosi a vita privata.

Martedì mattina al funerale celebrato nella chiesa di Trivero Matrice hanno partecipato diversi amici che con lui avevano condiviso l’avventura nel Partito socialista, oltre a una rappresentanza dell’amministrazione comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente