Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo cantiere Muntisel pronto a riaprire
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo cantiere Muntisel pronto a riaprire

I lavori si erano fermati per via dell'emergenza sanitaria: fortunatamente sono a buon punto.

varallo cantiere

Varallo cantiere Muntisel si prepara a tornare operativo: i lavori erano stati fermati dall’emergenza sanitaria.

Varallo cantiere del Muntisel sta per riaprire

L’emergenza Coronavirus aveva fermato anche i lavori di ricostruzione della “Casa Valsesiana” del Muntisel. L’emergenza sanitaria, infatti, ha comportato, per questioni di sicurezza, il fermarsi di tutti i cantieri edilizi legati alla realizzazione di lavori considerati non urgenti a esclusione di quelli che interessano attività di pubblica utilità sulla rete stradale e riguardanti la mobilità e il trasporto in generale facendo slittare la data della fine del primo lotto dei lavori riguardanti l’edificio andato distrutto dall’incendio dell’aprile di due anni fa.

I lavori

«Purtroppo – ha spiegato nei giorni scorsi il vice sindaco Pietro Bondetti – si è dovuto fermare anche il cantiere del Muntisel. Tuttavia i lavori, affidati all’impresa edile “Dago Guido”, erano a buon punto con il completamento della muratura del piano terra e con la realizzazione del solaio in legno, da parte della ditta “Galloppini Legnami srl”, da posizionare. Siamo comunque pronti per la grande ripartenza prevista e attesa per il 4 maggio e riuscire così a portare a termine questo primo lotto di interventi per il quale sono stati stanziati 280 mila euro. Inoltre attendiamo le nuove disposizioni del governo anche per pensare alla riapertura del giardino pubblico del Muntisel. Per ora non si sa ancora nulla di quello che succederà nelle prossime settimane».

Gli altri cantieri

In città vanno comunque avanti i lavori di consolidamento strutturale del ponte che porta a Morondo e, nel centro storico cittadino, il cantiere commissionato dal “Cordar Valsesia” che interessa vicolo Leonardo e Niccolò da Varallo, proprio di fianco alla piazza Calderini, per sistemare la fognatura, il raccordo delle acque piovane e di quelle provenienti dall’acquedotto con il successivo rifacimento della pavimentazione stradale.
«Mi auguro – conclude Bondetti – che la situazione attuale si sblocchi in fretta e nel miglior modo possibile per far sì che i tanti artigiani e commercianti della zona possano ricominciare a lavorare. In questi giorni oltre alla paura per il Coronavirus si sta diffondendo una profonda ansia per la situazione lavorativa ed economica della città, tutti si chiedono quando potranno riaprire le proprie attività e cosa dovranno fare per garantire la propria sicurezza e quella dei propri clienti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente