Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo chiude tutte le strutture Covid: contagi ancora in calo
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo chiude tutte le strutture Covid: contagi ancora in calo

Sono solo quattordici i casi attualmente registrati.

Varallo chiude

Varallo chiude le strutture predisposte per affrontare l’emergenza sanitaria.

Varallo chiude i centri Covid

Si dismettono le strutture per Covid: anche Varallo sta tornando alla normalità dopo il picco registrato nelle scorse settimane quando il numero dei cittadini che avevano contratto il virus aveva superato la quarantina. Adesso i casi sono 14 e interessano alcuni nuclei familiari. «La campagna di vaccinazione, unita a comportamenti corretti nelle relazioni sociali, ci sta portando verso l’obiettivo tanto atteso del ritorno alla nostra normalità», ribadisce il sindaco Eraldo Botta che la scorsa settimana ha ricevuto la prima dose del vaccino contro il Covid.

Il vaccino

«Attendevo questo giorno da tempo – commenta -, ora aspetto il richiamo e invito veramente tutti a fare la vaccinazione. E ’ fondamentale fare il vaccino non solo per se stessi ma anche in segno di rispetto nei confronti degli altri. E mi rivolgo anche alla fascia d’età più giovane».

Le strutture

Intanto hanno chiuso i battenti le tre strutture cittadine convertite in centri Covid. L’ostello comunale “Il Pinocchio”, che l’amministrazione Botta aveva dato in comodato d’uso all’Asl Vercelli un anno fa, durante la prima ondata di pandemia, e poi gestito dalla Croce Rossa di Borgosesia, resta comunque a disposizione qualora si rendesse nuovamente necessario ospitare pazienti Covid dimessi dall’ospedale e in via di guarigione. Analogo discorso per il Cavs alla Casa della Salute, attrezzato per il ricovero di malati Covid dimessi dagli ospedali ma ancora bisognosi di cure. Sono attualmente inutilizzate anche le camere a Casa Parella, dependance dell’albergo “La Casa del Pellegrino” al Sacro Monte, che sono state messe a disposizione sempre del servizio sanitario per quelle persone in quarantena che non possono trascorrere il periodo di isolamento a casa propria.

La casa di riposo

E resta “Covid free” Casa Serena. Nella struttura per anziani di via Brigate Garibaldi, che con il suo centinaio di ospiti è la più grande Rsa della provincia di Vercelli, ospiti e personale sotto stati tutti vaccinati e i protocolli introdotti per tenere fuori il virus dalla struttura hanno dato i loro risultati. Sono anche riprese le visite dei parenti: incontri in sicurezza che nelle giornate estive si tengono nell’ampio parco.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *