Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo premia Andrea, giovanissimo “angelo” del suo amico Jack. Le foto

Il ragazzo si è distinto per la profonda amicizia verso l'amico che ha dovuto affrontare un percorso segnato dalla malattia.

Varallo premia Andrea, giovanissimo “angelo” del suo amico Jack. Un ragazzino della scuola media che diventa punto di riferimento quotidiano per un amico che purtroppo ha perso la vista. E’ lui uno degli “Angeli nascosti” premiati l’altro giorno a Varallo.

Varallo premia Andrea, giovanissimo “angelo” del suo amico Jack

Scorri per vedere le foto

 E’ stato il parco di Villa Durio a ospitare la seconda edizione dell’iniziativa “Angelo nascosto” creata dall’associazione varallese “Amici di Lourdes” per rendere omaggio a chi, senza mettersi in mostra e in modo disinteressato, si impegna per rendersi utile nei confronti di chi si trova in difficoltà. Quest’anno il sodalizio ha individuato tre “angeli”. Tra i quali spicca il giovanissimo Andrea Cerminara, un ragazzo che si appresta a iniziare il terzo anno della scuola media a Varallo, e che si è distinto per la sua generosità e la profonda amicizia che nutre nei confronti di Jack, un altro ragazzo che ha dovuto affrontare un percorso segnato dalla malattia e dalla perdita della vista. Un rapporto sincero che fonda le sue basi dai tempi dell’infanzia e che si è rafforzato nei momenti di difficoltà, quando da parte di Andrea è stato necessario imparare a sostenere l’amico, accompagnandolo lungo il cammino e in tanti gesti quotidiani, adeguandosi con pazienza ai ritmi dell’amico.

«Molte volte – ha spiegato Marco Torri, degli Amici di Lourdes – noi non ci accorgiamo dell’esistenza di questi “angeli” e anche in questo caso, nonostante l’associazione sia molto attenta all’ambito del sociale, ci eravamo persi questa bella storia di impegno quotidiano e disinteressato. Andrea è un ragazzo dal quale tutti noi dobbiamo prendere spunto, un valido esempio per la società che ci fa credere in un futuro migliore».

Anche il sindaco Eraldo Botta ha voluto rendere omaggio e ringraziare Andrea per il suo esempio per i giovanissimi e per gli adulti.

Altri premi

Il sodalizio guidato dalla presidente Francesca Conti ha voluto anche rendere omaggio a tutti i volontari della Croce rossa e alla Fondazione Valsesia, due organizzazioni che in questo ultimo anno e mezzo hanno reso un servizio importante alla comunità in tema di sanità. Il premio è stato assegnato a Daniela Denicola, presidente della Cri di Borgosesia, e Laura Cerra presidente di Fondazione Valsesia. «Gli angeli – ha aggiunto Torri – non si vedono e non è facile trovarli, così quest’anno abbiamo pensato di premiare chi in questo anno e mezzo caratterizzato dalla pandemia si è impegnato ad aiutare gli altri».

LEGGI ANCHE Varallo “angelo della spesa” premiato dagli Amici di Lourdes

L’associazione inoltre ha voluto donare la somma di mille euro al progetto “L’ambulanza di Pietro” consegnandola direttamente alle due rappresentanti della Croce rossa e Fondazione Valsesia. «Questo denaro è stato raccolto negli anni dall’associazione con lo scopo di aiutare le persone e gli ammalati che solitamente portiamo al santuario di Lourdes e che in questi due ultimi anni non è stato possibile organizzare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.