Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo ricorda i 200 anni dalla nascita del “Re galantuomo”
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo ricorda i 200 anni dalla nascita del “Re galantuomo”

Il re unì l’Italia e a lui Varallo ha reso omaggio erigendo un monumento nella sua principale piazza.

Varallo ricorda i 200 anni dalla nascita del “Re galantuomo”.  Duecento anni fa nasceva Vittorio Emanuele II di Savoia, il re che unì l’Italia e al quale Varallo ha reso omaggio erigendo un monumento nella sua principale piazza.

Varallo ricorda i 200 anni dalla nascita del “Re galantuomo”

Nato a Torino il 14 marzo 1820, duca di Savoia, principe di Piemonte, proclamato re di Sardegna il 23 marzo 1849 e re d’Italia il 17 marzo 1861, Vittorio Emanuele II morì a Roma il 9 gennaio 1878. Lo scorso 4 marzo si sono aperte ufficialmente in Italia le celebrazioni per il bicentenario della nascita del sovrano, congelate da lì a pochi giorni dal dilagare dell’allarme coronavirus.

LEGGI ANCHE La salma di Vittorio Emanuele III tornata in Piemonte

E così anche in una città come Varallo la cui principale area pubblica porta il nome del Padre della Patria, inevitabilmente la ricorrenza non potrà essere almeno per il momento commemorata. Resta però l’arte, in questo caso la scultura che effigia il sovrano posta sul basamento che reca la scritta “A Vittorio Emanuele II re d’Italia giugno 1862” , a testimoniare il legame tra la località valsesiana e colui che viene ricordato tutt’oggi con l’appellativo di Re galantuomo per aver mantenuto in vigore lo Statuto Albertino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente