Notizia Oggi Borgosesia > Attualità > Varallo ripartiti i corsi di cucito con la Croce rossa
Attualità Varallo e Alta Valsesia -

Varallo ripartiti i corsi di cucito con la Croce rossa

Un progetto dedicato alle donne che desiderano inserirsi o rientrare nel mondo del lavoro.

Varallo ripartiti i corsi di cucito e maglieria organizzati dalla Croce Rossa: l’iniziativa prosegue dal 2012.

Varallo ripartiti i corsi di cucito

Ago e filo alla mano: si stano svolgendo a Varallo i corsi di cucito e di maglieria. Sono organizzati, come avviene dal 2012 nella postazione Cri, dal Comitato della Croce rossa di Borgosesia con l’obiettivo di contribuire a ridurre l’esclusione sociale, offrendo a circa centosessanta donne, questo è il numero di coloro che in questi anni hanno frequentato i corsi, l’opportunità di acquisire una professionalità da spendere per inserirsi, o reinserirsi, nel mondo del lavoro.

Le lezioni

Dal mese scorso si tiene dunque il nuovo corso di cucito riservato a donne senza lavoro, di dodici lezioni settimanali: «Lo frequentano tredici donne, delle quali due si erano iscritte al corso organizzato nel 2020, subito chiuso a causa della pandemia – riferisce Piera Mazzone -. A ogni iscritta al corso vengono messi a disposizione un kit cucito, fili, stoffe, bottoni e na- turalmente una macchina da cucire: l’insegnante deve saper essere sarta, stilista, cucitrice, ma anche psicologa, per intuire le difficoltà e aiutare a superarle». Il corso è gestito da una sarta professionista, Angela Maltese, di Pray, che si fregia dell’Eccellenza artigiana: “E’ un gruppo che segue benissimo – dice -: alla quarta lezione siamo già al cartamodello di una gonna che verrà realizzata».

Fili colorati

I passaggi più delicati di ogni lezione vengono filmati e poi condivisi sul gruppo, in modo da poterli “ripassare” a casa. «Quest’anno è nato anche un nuovo progetto – aggiunge Mazzone -: “Fili colorati”, un mini corso di cucito, attivato all’Istituto comprensivo delle scuole medie di Quarona, frequentato da 46 alunni, che sono già riusciti a realizzare eleganti papillons».

Il corso di maglieria

A novembre è poi iniziato, sempre nella sede Cri di Varallo, il corso professionale di maglieria e rimaglio industriale: ventisette lezioni settimanali, di tre ore ciascuna al quale si sono iscritte dodici donne, seguite da un capo tecnico, Renzo Da Rodda, dirigente della Loro Piana, dove seguiva i campionari di maglieria, in pensione da sei anni.

In azienda

«Il corso di quest’anno è iniziato offrendo le basi teoriche sui materiali, il loro utilizzo e le caratteristiche – puntualizza Mazzone -, si proseguirà insegnando a creare maglie, realizzandole fino alla fase finale di confezione, che è molto delicata, perché richiede attenzione alla qualità e cura dei dettagli, operazioni che danno valore alla qualità. Attraverso visite in azienda si mostrerà come si lavora e si avranno informazioni sul lavaggio, la manutenzione e l’etichettatura dei capi. Le donne che hanno scelto di frequentare il corso, di età compresa tra i 22 e i 45 anni, sono molto motivate, si pongono l’obiettivo di imparare a realizzare un capo finito e di poter lavorare: per alcune si tratta di un inserimento, per altre di un rientro».

Il progetto Lisa

Questi due corsi di inclusione lavorativa hanno permesso al Comitato Cri di Borgosesia di entrare nel progetto nazionale LISA # lavoro inclusione sociale autonomia#, finanziato dal Ministero del lavoro e dalla Cri nazionale, una piattaforma per ricercare un lavoro, dalla quale le aziende “pescano” per trovare manodopera specializzata.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *