Cronaca Fuori zona -

Calci e pugni per non aver dato a due uomini soldi per gli alcolici

A seguito dell'aggressione, alla vittima sono state riscontrate una frattura al naso e diverse escoriazioni e contusioni su tutto il corpo.

spara alla moglie

Calci e pugni per non aver dato a due uomini soldi per gli alcolici. Un 42enne e un 32enne di origini rumene sono stati denunciati per tentata rapina aggravata in concorso. I due malviventi avevano minacciato con un coltello e poi aggredito a calci e pugni un connazionale perché si era rifiutati di dare loro denaro per comprarsi alcolici.

Calci e pugni per non aver dato a due uomini soldi per gli alcolici

Come riporta Prima Alessandria, i carabinieri di Casale Monferrato al termine di un’articolata attività investigativa, hanno denunciato in stato di libertà per tentata rapina aggravata in concorso, danneggiamento in concorso, porto abusivo di coltello, violazione della misura di prevenzione personale dell’avviso orale e del foglio di via obbligatorio, a vario titolo, due rumeni con numerosi pregiudizi di polizia, un 42enne sottoposto alla misura di prevenzione personale dell’avviso orale del Questore e un 32enne sottoposto alla misura di prevenzione personale del foglio di via obbligatorio.

LEGGI ANCHE Polizia interviene per aggressione e trova una coltivazione di marijuana

Aggredito perché non ha dato loro i soldi per l’alcol

I due, in concorso tra loro, dopo aver richiesto insistentemente a un connazionale del denaro per acquistare delle bevande alcoliche, al suo rifiuto si sarebbero accaniti contro la vittima. Dapprima il 42enne lo aveva minacciato con un coltello e successivamente entrambi lo avevano aggredito con calci e pugni, lasciandolo a terra.

Dopo qualche minuto, la vittima era riuscita a fuggire, venendo soccorsa da una pattuglia dei Carabinieri e da personale del 118. Trasportato presso l’Ospedale di Casale Monferrato, all’uomo venivano riscontrate una frattura al naso e diverse escoriazioni e contusioni su tutto il corpo.

Gli hanno anche spaccato un finestrino dell’auto

La vittima, una uscita dall’ospedale, era tornata a riprendere la propria auto, parcheggiata nei pressi del luogo dell’aggressione. Qui ha rinvenuto il lunotto posteriore infranto e una portiera posteriore divelta e danneggiata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *