Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Fucilate al gatto randagio, lasciato in fin di vita per strada
Cronaca Fuori zona -

Fucilate al gatto randagio, lasciato in fin di vita per strada

Il crudele gesto nell'Astigiano: l'animale soccorso dalla Lav

fucilate al gatto

Fucilate al gatto randagio: un terribile caso di violenza sugli animali a Refrancore, in provincia di Asti.

Fucilate al gatto per strada

È una drammatica storia di crudeltà quella riportata da La Nuova Periferia e avvenuta a Refrancore, in provincia di Asti. Un gatto randagio è stato colpito con un fucile ad aria compressa. Il povero animale, lasciato agonizzante in strada, è stato soccorso dalle dipendenti di una vicina casa di riposo.

I soccorsi

Le donne hanno contattato la Lav e il veterinario. L’associazione ha ora in cura il micio. Il maltrattamento di animali non è solo una crudeltà, ma anche un reato: prevede la reclusione da 3 a 18 mesi e una multa da 5mila fino a 30mila euro.

Un altro caso di maltrattamento di animali che ha destato rabbia e tristezza in Piemonte è quello rilevato in un allevamento di asini.

Immagine di repertorio

 

 

6 Commenti

  • Rinaldo ha detto:

    Più conosco gli animali più odio l’uomo.

    • Roberto ha detto:

      Detta così… che vorrebbe significare? Anche gli animali si uccidono tra loro…

    • Luigi ha detto:

      Sono d’accordo, al 100%. La cattiveria, l’invidia, l’arroganza, l’ipocrisia, la falsità, ha reso l’essere umano, intollerabile.

  • Monica ha detto:

    Bisogna prendere a fucilate chi lo ha fatto tanto la legge non gli fa niente e punire tutti quelli che maltrattano gli animali.. Sia quelli negli allevamenti che quelli liberi…… Vigliacchi prendersela con bestiole indifese…..

    • Roberto ha detto:

      Insomma, lei invoca la legge del taglione e anche di più….punire i violenti con la medesima violenza, non risolve la questione.

  • Ania ha detto:

    Invece di aiutare i bisognosi si maltrattando? Vergogna , se certi individui agiscono così con gli animali indifesi non oso pensare cosa sono capaci di fare con la loro specie. Schifo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente