Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Madre e figlio panettieri muoiono intossicati
Cronaca Fuori zona -

Madre e figlio panettieri muoiono intossicati

Donna di 79 anni e uomo di 43 avvelenati dal monossido di carbonio mentre erano al lavoro.

Madre e figlio panettieri muoiono intossicati. Donna di 79 anni e uomo di 43 avvelenati dal monossido di carbonio mentre erano al lavoro.

Madre e figlio panettieri muoiono intossicati

E’ stata un’intossicazione del monossido di carbonio ad aver causato la loro morte. Come riporta Prima Cuneo, Ernesta Boglio, 79 anni, e Bruno Manuello, 43 anni, madre e figlio titolari della panetteria “Manuello” a Torre Mondovì, sono stati trovati senza vita nel laboratorio dove erano al lavoro. E’ accaduto l’altro giorno a Torre Mondovì, nel Cuneese.

L’allarme della figlia

A dare l’allarme è stata la figlia e sorella dei due panettieri di Torre Mondovì, giunta sul posto per dare avvio al lavoro della giornata e preoccupata nel vedere l’attività dei suoi familiari ancora chiusa. E’ stata proprio quest’ultima a portare alla luce la tragedia: i corpi di Ernesta Boglio, 79 anni, e Bruno Manuello, 43 anni e volontario della Cri di Mondovì, sono stati trovati senza vita nel laboratorio della panetteria di famiglia.
LEGGI ANCHE: Grigliata in casa: avvelenati dal monossido padre, madre e figlioletta

Laboratorio invaso dal fumo

Sul posto sono sopraggiunti una équipe del 118, i vigili del fuoco e i carabinieri. Il laboratorio dove sono stati trovati madre e figlio era completamente invaso dal fumo. La 79enne è stata rinvenuta priva di sensi su una sedia mentre il figlio a terra. L’autopsia ha poi confermato che i due sono deceduti per avvelenamento da monossido di carbonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *