Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Mattia morto in Nuova Zelanda a 30 anni: sconcerto a Ghemme e Fara
Cronaca Novarese -

Mattia morto in Nuova Zelanda a 30 anni: sconcerto a Ghemme e Fara

Folgorato dalla corrente elettrica sul posto di lavoro. Giordano abitava a Auckland ormai da diversi anni: aveva lasciato l'Italia nel 2012.

Mattia morto in Nuova Zelanda a 30 anni: folgorato dalla corrente elettrica.

Mattia morto in Nuova Zelanda

Il sogno neozelandese spezzato all’improvviso da un incidente sul lavoro. Mattia Giordano aveva 30 anni, era cresciuto a Fara anche se la famiglia è originaria di Ghemme. È morto dall’altra parte del mondo, a Auckland, lontano dai suoi familiari: una tragedia che ha sconvolto i paesi della bassa Valsesia dove la famiglia risiede e lavora.

Passione per la falegnameria

Giordano sognava un futuro in Nuova Zelanda. Aveva lasciato l’Italia nel 2012, pieno di aspettative. Aveva seguito gli studi professionali di falegnameria, e lavorare il legno era la sua passione. Subito era riuscito a trovare un lavoro, integrandosi nella comunità locale.
LEGGI ANCHE: Ghemme raccolta fondi per la figlia di “Tancio”, morto a 32 anni

Sconcerto nel novarese

Prima di partire per la Nuova Zelanda, il ragazzo aveva lavorato in zona, impiegato in un supermercato di Carpignano. La famiglia è distrutta. Attualmente i genitori gestiscono il bar vicino al campo sportivo e alla scuola di Fara Novarese. Il ragazzo lascia anche il fratello Riccardo. Ora si aspetta il rimpatrio della salma per fissare il funerale.

LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *