Notizia Oggi Borgosesia > Cronaca > Multato per un finestrino abbassato: la rabbia di un operaio
Cronaca Fuori zona -

Multato per un finestrino abbassato: la rabbia di un operaio

Epifania amara per il giovane che dopo un turno notturno festivo si è ritrovato un verbale al ritorno da una breve sosta in autogrill.

Multato per un finestrino abbassato: la rabbia di un operaio. Epifania amara per il giovane che dopo un turno notturno festivo si è ritrovato un verbale al ritorno da una breve sosta in autogrill.

Multato per un finestrino abbassato: la rabbia di un operaio

E’ il giorno dell’Epifania, hai finito un turno di lavoro da 9 ore e hai ancora la tuta addosso, esci dall’autogrill sulla tangenziale dove ti eri fermato per prendere due croissant e trovi la sorpresa: non una bella calza della Befana, ma una volante che ti aspetta e una multa per aver lasciato il finestrino abbassato della tua auto.  Come riporta Prima Torino (con video), è esattamente quello che è successo a un operaio 32enne di Settimo Torinese.

La video testimonianza

Alla vista della volante, il giovane non ha perso tempo e ha documentato la scena con il cellulare rivolgendosi indignato ai suoi follower per raccontare in diretta tutta la storia, premurandosi di non riprendere in viso gli operatori, ma discutendo “animatamente” con loro. Non tutti sanno forse che parcheggiare la propria auto lasciando il finestrino abbassato può costare un verbale, ma per la volante in questione non c’è scusa che tenga: la legge è la legge e la multa deve scattare per forza senza distinzione di casi. Ma allora – fa notare l’operaio –  perché non chiedere anche cosa ci faceva lui in un giorno “rosso” all’autogrill? E soprattutto: davvero la polizia non aveva altro da fare visto il periodo storico che stiamo vivendo?
LEGGI NOTIZIA OGGI DA CASA: IL TUO GIORNALE COMPLETO IN VERSIONE DIGITALE

2 Commenti

  • John ha detto:

    Eh certo se le forze dell’ordine si mettessero a fare eccezioni di ogni tipo, la legge non la farebbero rispettare più. Ci sono troppe cose che le persone non sanno o fanno finta di non sapere e la legge non ammette ignoranza. Purtroppo lo scopo educativo di un verbale di questo tipo, verrà quasi sicuramente disatteso proprio perchè la maggior parte di chi riceve una multa non comprende che lo scopo è reprimere i comportamenti errati.

  • Claudio ha detto:

    Io “ho SEMPRE” lasciato i finestrini chiusi, ma…le portiere “aperte” anche di notte, sotto casa…(quando anni fa, vi era “la moda” di rubar le autoradio), così, se a qualcuno gli veniva quest’idea, almeno non mi trovavo…senza radio, e…col vetro rotto! (Oltre “il danno”…la “beffa”.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *